Pubblicato il

La Grande Bellezza trionfa agli Oscar

L’Oscar torna in Italia grazie a Sorrentino, che si aggiudica il premio come miglior film straniero

Sorrentino agli Oscar
Press Office Armani

Foto: DIECI FILM TRA I PIU’ CELEBRI GIRATI NELLA CITTA’ ETERNA

Mesi di previsioni che si sono rivelate azzeccate: dopo aver fatto incetta di premi qui e là, ‘La Grande Bellezza di Paolo Sorrentino conquista il più ambito, l’Oscar come miglior film straniero. L’edizione 2014 degli Academy Awards ha premiato l’Italia, dopo più di una decade a bocca asciutta: è da ‘La vita è bella’ del 1999 infatti che un film italiano non conquistava il titolo. Il felice sodalizio Sorrentino-Servillo ha conquistato Hollywood e il mondo intero, sbaragliando le altre pellicole in lizza.

Leggi: LA GRANDE BELLEZZA: 7 EMOZIONI EN PLEIN AIR

Una Roma cafona, opulenta  e drammaticamente bella, tanto da apparire a tratti onirica, fa da sfondo alla vita di un personaggio decadente come Jep Gambardella, attorniato da una schiera di personaggi altrettanto ricchi e in declino. Un ritratto dell’Italia, della sua magnificenza e delle sue contraddizioni, che nella capitale trovano la summa. Paolo Sorrentino, che con questo premio iscrive ufficialmente il suo nome tra i grandi registi italiani, ha dedicato il premio a coloro che lo hanno ispirato: i Talking Heads, Fellini, Scorsese e Maradona, accompagnato sul palco da un raggiante Toni Servillo.

GUARDA LA GALLERY OSCAR 2014: LO STILE ITALIANO FIRMATO ARMANI

Orgoglio nazionale a parte, il premio come Miglior Film di questa edizione degli Oscar è il superfavorito ‘12 anni schiavo‘, di Steve Mc Queen, la cui interprete femminile Lupita Nyong’o ha ricevuto la statuetta come Miglior Attrice non protagonista, con tanto di standing ovation. Miglior attrice un’altra nomination quotatissima: la bravissima Kate Blanchett di ‘Blue Jasmin’, che approfitta del microfono degli Academy Awards per invocare un ‘Viva le donne’, invitando il pubblico a non pensare che i film incentrati su ruoli femminili siano solo di nicchia. Miglior Attore lo strepitoso Matthew Mc Conaughey di ‘Dallas Buyers Club’,  senza dubbio la migliore performance della sua carriera. Attore non protagonista Jared Leto, premiato con l’ambita statuetta per la stessa pellicola, che ha dedicato il premio a ‘tutti i sognatori in Ucraina e Venezuela’.

GUARDA LE STAR SUL RED CARPET

Ha fatto incetta di statuette ‘Gravity‘, aggiudicandosene ben 7: regia (Alfonso Cuaron), effetti speciali, montaggio, sonoro e montaggio sonoro, fotografia. Frozen è la migliore animazione, mentre ‘Her’ di Spike Jonze viene premiata come Miglior Sceneggiatura. Tra i documentari la statuetta va a ’20 feet from stardom’, mentre come doc breve vince ‘The Lady in Number 6’. La statuetta per i costumi più belli va a ‘Il grande Gatsby’.

VAI ALLO SPECIALE OSCAR 2014 DI FILM.IT

Leggi: LA GRANDE BELLEZZA: 7 EMOZIONI AL ‘CHIUSO’

Potrebbe interessarti