Pubblicato il

La bevanda anti grasso

Tè verde e guaranà: un mix speciale per perdere peso

Matcha disciolto
istockphotos
Nativa della foresta amazzonica, dove cresce spontaneamente lungo i fiumi, il guaranà viene anche coltivato a scopo industriale; la ‘Paullinia cupana’ è una pianta rampicante, sempreverde, appartenente alla famiglia delle Sapindaceae. Grazie alle loro proprietà stimolanti, i suoi semi sono utilizzati in caso di affaticamento psicofisico o depressione. Ma non solo.

I semi di guaranà sono ricchi di guaranina, principio attivo analogo alla caffeina. Questo componente favorisce il rilascio di due ormoni, chiamati adrenalina e noradrenalina (catecolamine), grazie alla sua azione di antagonista competitivo nei confronti dei recettori dell’adenosina. Le catecolamine provocano l’accelerazione metabolismo corporeo, della frequenza cardiaca, della pressione arteriosa e del numero di atti respiratori (incrementando, così, l’ossigenazione del sangue). Per questo motivo il guaranà è consigliato come stimolante in caso di affaticamento psicofisico, depressione, astenia e convalescenza. In ambito sportivo gli estratti di guaranà vengono impiegati con successo per migliorare la capacità di resistenza allo sforzo fisico; ed è consigliato a chi studia per incrementare l’attività intellettuale.
Viene usato anche per la sua proprietà dimagrante nelle diete e nei trattamenti del controllo del peso, perché stimola la produzione di enzimi capaci di sciogliere i grassi (lipolisi) con una conseguente riduzione dei depositi di adipe sottocutaneo. Si potrebbe erroneamente pensare che il caffè, sia l’alimento che contiene più caffeina in assoluto. Ma non è così: a seconda della sua preparazione, un bicchiere di bevanda a base di guaranà può contenere fino a 900 mg di caffeina.
Il tè verde non ha invece bisogno di presentazioni: è la seconda bevanda più consumata al mondo, un arbusto originario dell’Asia sud-orientale dove viene utilizzato da oltre 5000 anni. Da sempre il tè verde è conosciuto come bevanda della salute e nel corso degli ultimi decenni anche la scienza ha messo in evidenza le sue proprietà antiossidanti, diuretiche e antifiammatorie.

Nelle erboristerie e nei negozi specializzati, è disponibile il guaranà in polvere da poter aggiungere, con moderazione, al tè verde. In questo modo otterrete una bibita in grado si far perdere peso e mantenervi in forma. Attenzione a non abusarne, vi basterà una spolverata e comunque seguendo le indicazioni di un medico o dell’erborista. Un consiglio: evitate l’aggiunta di guaranà se siete sensibili alla caffeina!