Pubblicato il

Il gusto deciso dell’Espresso Martini

Tra caffè e vodka, ecco la ricetta di un drink after dinner semplice ma di grande effetto

Un Espresso Martini
istockphoto.com
Era il 1984 quando una modella entrò in un bar di Londra per ordinare qualcosa che potesse veramente svegliarla. Nacque così l’Espresso Martini. La ricetta è molto semplice e va servita in una coppetta Martini ghiacciata. L’intero cocktail ruota intorno al sapore amaro del caffè che si mescola allo sciroppo di zucchero ed al liquore al caffè, il Kahlua. La vodka, invece, dona consistenza e struttura al cocktail, ma non aggiunge alcun sapore, d’altronde pare non essercene bisogno, la miscela è sufficientemente gustosa ed avvolgente. 
In inverno è un cocktail capace di scaldare corpo e mente dalle fredde serate nevose, mentre in estate, se servito shakerato con del ghiaccio, permette di rinfrescare i bollenti spiriti tipici delle calde serate di agosto. Viene tendenzialmente definito come un drink After Dinner, ma è amabile in qualunque momento della giornata. Gli ingredienti necessari per dar vita al celebre Espresso Martini sono quindi: 5 cl Vodka, 5 cl sciroppo di zucchero, 1 cl Kahlua ed 1 Espresso corto. Per ottenere un risultato sorprendente basterà versare tutti gli ingredienti nello shaker con ghiaccio, shakerare e filtrate il tutto in una coppetta ghiacciata. 
Infine, per stupire i propri ospiti è bene curate molto l’aspetto di questo drink stando attenti a tutti i minimi dettagli. Ad esempio, agitando con cura ed energia tutti gli ingredienti nello shaker, sarà possibile ottenere una schiumetta consistente e cremosa. Non dimenticare di guarnire il drink con qualche chicco di caffè.
*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag