Pubblicato il

Gigi Hadid, tanti pugni contro gli stereotipi

La modella e la campagna PerfectNever Revolution

Gigi Hadid per la campagna Rebook
Gigi Hadid per la campagna Rebook

Gigi Hadid vuole essere bella a modo suo. Sia come donna che come testimonial e brand ambassador. La modella in collaborazione con il marchio Rebook ha di recente mandato un messaggio importante alla popolazione femminile.

Gigi Hadid: la campagna #PerfectNever con Reebok

Attraverso la collaborazione della modella, da poco eletta Modella del 2016, il noto marchio di calzature ha lanciato l’iniziativa #PerfectNever. La campagna ha visto protagonista il marchio e la sua testimonial per l’organizzazione di un panel unico. La conversazione pubblica ha infatti messo al centro il tema degli stereotipi irraggiungibili della bellezza femminile.

Gigi Hadid per la campagna Rebook
Gigi Hadid per la campagna Rebook

Il panel #PerfectNever Revolution si è svolto a New York: protagoniste alcune voci illustri della moda e del cinema. Insieme alla Hadid, le attrici Lena Dunham, Aly Raisman, Ruby Rose, Zoe Kravitz e Jessica Mendoza. Tutte la partecipanti hanno raccontato le loro lotte quotidiane contro i soggetti che le vorrebbero tutte uguali. Nella bellezza esteriore, negli standard estetici, nei modelli. Ogni personalità ha raccontato sul palco la propria esperienza. Prima però l’evento ha visto protagonista sul palco la Hadid per un energico workout di boxe che ha coinvolto il pubblico partecipante all’iniziativa.

LEGGI ANCHE: VIN DIESEL E RUBY ROSE SU FILM.IT

Poi le altre donne e testimonial sono salite sul palco per parlare apertamente del tema della perfezione femminile richiesta oggi alle donne e del sonoro ‘No’ che esse in molte occasioni oppongono a questa eccessiva richiesta.

Parlano Lena Dunham e Ruby Rose

Per Lena Dunham il significato dell’iniziativa è stato: «Ho iniziato a fare questo lavoro perché volevo far capire alle persone, in particolare alle donne, che i difetti e le complessità definiscono la nostra persona e ci distinguono da chiunque altro. Per questo cerco di collaborare con persone che propongano concetti e storie rivoluzionarie, cercando di raccontare il lato più nascosto e vero delle donne». Ruby Rose ha invece dichiarato. «Mi sono subito sentita coinvolta dalla campagna perché rappresenta l’esigenza di ogni donna che desideri affermare la propria personalità. Siamo uniche e speciali e se non possiamo esprimere il nostro carattere liberamente, non vivremo mai la vita che meritiamo».

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie PeopleTag