Pubblicato il

Buona colazione, ottimi risultati agli esami!

Fare una buona colazione secondo i nutrizionisti è fondamentale per dare il massimo, specialmente nel difficile periodo di esami

buona colazione
istockphoto.com

L’IMPORTANZA DI UNA BUONA COLAZIONE

Secondo diversi studi una buona colazione migliora le performance scolastiche e aiuta ad affrontare lo stress. Tanto più in un periodo duro e delicato come quello degli esami, in cui non andrebbe mai saltata. Numerose pubblicazioni hanno infatti dimostrato come l’omissione della prima colazione riduca la capacità di concentrazione. Al contrario, un buon pasto permette una maggiore capacità di memoria, migliora il livello di attenzione, di ascolto e comprensione. Ma non solo, sembra esserci anche una relazione con la capacità di risolvere problemi matematici. (Cueto 2001, Fanjiang 2007, Pivivk 2012).

IL MENU IDEALE PER UNA BUONA COLAZIONE

Dagli ingredienti agli errori più comuni fino al menù giusto per il momento della prova, eccovi un piccolo ma utilissimo vademecum. E’ stato realizzato dal blog www.iocominciobene.it con la consulenza della dottoressa Valeria del Balzo, biologa nutrizionista dell’Università La Sapienza di Roma. Il blog è dedicato da Aidepi (Associazione delle industrie del dolce e della pasta italiane) al primo pasto della giornata.

Un menù equilibrato è composto da cereali, che apportano zuccheri a lento rilascio, latte o yogurt, e un frutto. “Una colazione basata su cereali abbinati a zuccheri di rapido assorbimento è il segreto per una migliore funzione cerebrale.” Ha spiegato la dott.ssa Valeria Del Balzo. “Importante poi inserire il latte, una bevanda ricca, nutriente, energetica e con una buona quantità di calcio molto biodisponibile importante per i giovani.” Senza trascurare la frutta grazie al contenuto di Sali minerali, vitamine, polifenoli, come antiossidanti, e acqua.

LA BUONA COLAZIONE PER IL GIORNO DELL’ESAME

Per il giorno dell’esame la parola chiave è digeribilità. “Scegliete alimenti più leggeri, evitate tutto ciò che è farcito, con più grassi, e che richiede un maggior impegno digestivo.” Viste le alte temperature si può optare un latte fresco. E, ovviamente, la frutta. “Non solo contiene vitamine e Sali minerali, ma è un aiuto in più per idratarsi correttamente”. Anche la frutta secca può essere d’aiuto, grazie al contenuto di omega3 e acidi grassi essenziali, elementi importanti per il cervello. Sono promosse noci, nocciole e mandorle.

Fonte: Ufficio stampa AIDEPI

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag