Pubblicato il

Pulizia in aereo: cosa sapere in merito

Cosa sapere sull’igiene di un aereo e quali sono le compagnie dove prolificano meno germi

La pulizia di un aereo si vede dal bagno
©iStockphoto

La pulizia in aereo per molti è un fattore fondamentale, specie quando si tratta di una lunga tratta. Pensare di dormire, mangiare e trascorrere tanto tempo in un luogo chiuso dove ci sono, ci sono state e ci saranno tante persone a molti crea disagio. Ecco perché la pulizia è importante. E certo gli aerei non sono noti per essere i luoghi più puliti. Con l’aria che ricircola, le coperte riutilizzate, i sedili e i tavoli che sono un terreno fertile di batteri a molti passeggeri sale il disgusto. In vari casi si è scoperto che i serbatoi per le bevande non vengono puliti per mesi. Molte persone hanno sperimentato la delusione di iniziare la loro vacanza con una sensazione di malessere al momento dell’atterraggio. Ci sono comunque degli accorgimenti da adottare.

LA SCARSA PULIZIA IN AEREO

I SEDILI
Pensare che l’unico problema sia la mancanza di spazio alle gambe è sbagliato. C’è molto di più di cui preoccuparsi. Ogni poggiatesta ha avuto centinaia di migliaia di passeggeri che hanno dormito su di esso. E si va, dunque, a condividere milioni di germi. Naturalmente vengono puliti regolarmente. Ma questo non impedisce la diffusione di germi. Una soluzione è portarsi il proprio cuscino o la propria coperta anche come protezione fisica.

I TAVOLINI RECLINABILI
Tra le pulizie dell’aereo sono inclusi, ovviamente, i tavolini. Ma vale la pena portare le salviette umide per un ulteriore passata prima di appoggiare il vassoio ed iniziare a mangiare.

L’INTRATTENIMENTO IN VOLO
Con i numerosi e moderni sistemi di intrattenimento che ora utilizzano il touch screen è facile immaginare quante mani sporche si siano posate sullo schermo. Anche qui sono utili ancora una volta le salviette. Cosa che non può essere fatta, purtroppo, con le riviste.

I BAGNI
Le maniglie delle porte. I rubinetti. Il distributore del sapone. Gli asciugamani di carta. Il pulsante dello sciacquone. Sono tutti toccati dagli altri passeggeri. Prepararsi quindi a evitare di toccarli quando è possibile e magari farlo con un fazzoletto. E assicurarsi di tenere il sedile del gabinetto chiuso prima di tirare lo sciacquone. Cosi si evita di disperdere nell’aria le particelle di acqua sporca.

PULIZIA IN AEREO: LE MIGLIORI COMPAGNIE

Si deve, però, ricercare anche la cosa positiva. E pensare invece a chi si impegna di più per garantire la massima igiene. E’ stata quindi resa nota la classifica delle compagnie aeree più pulite del mondo. Lo Skytrax World Airline Awards assegna il riconoscimento alle migliori compagnie aeree. Ma anche al miglior personale di bordo. A sorprendere è il dato che le prime quattro posizione sono tutte compagnie aeree a molti sconosciute. Si tratta della taiwanese Eva Air al primo posto. A cui seguono Ana All Nippon Airways, Japan Airways e Asiana Airlines. Nell Top 20 figurano anche compagnie aeree più famose. Emirates si è aggiudicata solo il 19esimo posto. Battendo la Quantas Airways. Ma seguendo la Virgin Australia retrocessa alla 18esima posizione. Sono le compagnie in cui gli insidiosi germi proliferano di meno.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie ViaggiTag