Pubblicato il

Nuova dieta? Mai iniziare di lunedì, fallimento assicurato

Il primo giorno della settimana non è un buon momento per rimettersi in forma: 9 volte su 10 non funziona. La nutrizionista Jaime Mass ne spiega le ragioni

nuova dieta
Courtesy of©NinaMalyna/iStock

L’estate, tra aperitivi, gelati e cene fuori, può aver portato a qualche strappo alla regola di troppo. Una volta rientrati dalle ferie, sono in tanti a sentire il peso delle vacanze. Spesso si tende a rimandare, ad aspettare l’arrivo di un “fantomatico” lunedì per iniziare una nuova dieta. Il primo giorno della settimana segna infatti l’inizio di un nuovo capitolo ma, stando a quanto riporta la rivista Cosmopolitan, non sarebbe affatto il momento migliore per pensare alla remise en forme.

Cominciare una nuova dieta? Mai di lunedì: i consigli di Jaime Mass

A rivelarlo è stata la nutrizionista Jaime Mass che, intervistata da Women’s Health, ha affermato che iniziare una dieta di lunedì porta a un sicuro fallimento. Il rischio è quello di cadere in un circolo vizioso. Si cerca di mangiare bene ma, inevitabilmente, si fallisce. Si ricomincia mossi da buoni propositi ma nulla, stessi errori e lo schema si ripete a oltranza. Perché continuiamo allora scegliere questo giorno per perdere peso?

Weekend, occhio alle calorie

Interessante a tale proposito lo studio pubblicato sull’European Journal of Clinical Nutrition che ha svelato quali sono le abitudini nutrizionali più diffuse. I giorni in cui si consuma più carne sono il sabato e la domenica. Quelli in cui, invece, si assumono più zuccheri e alcol sono il venerdì e il sabato. Non c’è che dire il weekend, in generale, è il momento della settimana in cui si tende a fare il pieno di calorie. Mossi da sensi di colpa, puntualmente, ci si ripete la solita frase “domani smetto”. Perché prendersi in giro?

Principio del tutto/nulla

Questo giochino psicologico è davvero deleterio. Ebbene sì, lasciarsi andare nel weekend per poi porsi un freno il lunedì, ovvero seguire il principio del tutto/nulla, porta ad assumere cattive abitudini alimentari. Dopo qualche piccolo eccesso, infatti, le restrizioni pesano più del dovuto. La privazione alimentare, se estremizzata, porta a risultati opposti. E’ facile infatti lasciarsi andare a grandi abbuffate compensatorie. Piuttosto che convincersi che esista un giorno giusto per sigillare il frigorifero è bene imparare a volersi bene, sempre: “Ricordate che i vostri sforzi dovrebbero portare a una vita più sana, e non solamente 5 giorni a settimana” – precisa la Mass.

Niente è impossibile, nemmeno dimagrire. Inoltre è bene ricordarsi che, una tantum, un hamburger e piccoli peccati di gola sono ammessi. La parola chiave è motivazione e non privazione.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag