Pubblicato il

Candela profumata: come farla durare più a lungo

L’atmosfera natalizia chiama luci soffuse. Piccoli trucchi per ottimizzarne durata e aroma

candela profumata
iStock

È Natale e la candela profumata in casa rende l’ambiente elegante e soft. Soprattutto se le essenze che emana ricordano i pini di montagna o l’infanzia spensierata. Ecco qualche piccolo trucco per non spendere soldi inutili e ottimizzare l’effetto questo punto luce naturale.

Candela profumata: complemento d’arredo a Natale

Per creare la giusta atmosfera, basta posizionare qualche candela profumata qua e là in casa. Anche come centro tavola. È possibile utilizzare candele che abbiamo già in casa; non importa se sono impolverate. Le candele non scadono, ma possono rimanere in un cassetto per troppo tempo. E in questo caso vanno “rinvigorite”.

Basta passarle sotto l’acqua corrente per eliminare sporcizia o polvere. O immergerle per qualche minuto in un recipiente. Dopo il lavaggio possono essere tranquillamente asciugate con un panno di cotone, anche strofinando delicatamente sulla superficie. Per Natale potete utilizzare essenze decise come il sandalo o l’incenso: il profumo si intonerà all’occasione. Per evitare che il contenitore in vetro in cui sono contenute annerisca, effettuate due passaggi.

Il primo è quello di accenderle per un paio d’ore al primo utilizzo. In questo modo la cera si adatterà al calore. In seguito spegnetele. Quando la cera sarà di nuovo solida, posizionate lo stoppino di corda bene al centro della candela. Quando la riaccenderete, il profumo sarà intenso e la fiamma non emetterà fumo.

Altro accorgimento: tagliate lo stoppino. Deve essere lungo circa 2 millimetri. Il vetro non si scurirà e la fiamma durerà più a lungo.

Piccoli trucchi

Un pizzico di sale posto in cima alla candela profumata, dove c’è lo stoppino, le fa durare molto di più. Un trucco perfetto è metterla in acqua fredda salata alcune ore prima di accenderla. Con questa soluzione eviterete che la candela si sciolga rapidamente o che stinga.

Una manciata di sale sul fondo di  candele larghe o di grandi dimensioni è l’ideale soprattutto se all’interno di un vaso o di una lampada. Fate attenzione agli oggetti infiammabili intorno alle candele accese: il sale a contatto con il fuoco può creare cristalli che producono scintille!

Altro trucco: mettere la candela profumata in frigorifero per un’ora. Eliminando l’umidità riuscirete ad aumentarne la durata. Disporre di una candela “fresca” vuol dire anche conservare la sua fragranza.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie CasaTag