Pubblicato il

App di dating, quali scegliere per innamorarsi?

Uno studio mette a confronto le più celebri app di dating

App di dating
iStock

Le app di dating sono tante, e che si cerchi un’avventura di una notte oppure un rapporto più duraturo, il luoghi della caccia oggi non sono più bar o locali notturni, ma l’ambiente digitale. Con un pollice opponibile, come ci insegnano le funzionalità delle app di dating, con un like o con uno scorrimento, vengono scartate oggi opzioni di contatto e di conquista. Altre invece vengono approvate.

LEGGI ANCHE: ROSSETTO, DIECI SFUMATURE DI ROSSO SU CONSIGLI.IT

Eppure non tutte le app rispondono allo stesso desiderio. E ormai il mercato si sta sempre di più differenziando a seconda della natura degli amanti. Insomma a seconda che essi cerchino un’avventura di una notte o una storia. Ci sono le ‘tradizionali’ app per il corteggiamento, con gli uomini che prendono l’iniziativa esclusiva oppure le ‘moderne’: qui le donne prendono l’iniziativa per prime.

Vivere un’avventura o cercare una storia stabile: quale app scegliere?

Il portale QualeScegliere.it – che recensisce e valuta diversi prodotti in favore degli utenti – ha comparato le app di dating più popolari in Italia, offrendo consigli agli utenti per scegliere il canale più adatto alle singole esigenze.

Le app più popolari e degne di nota: la classifica
Partendo dall’analisi della presenza o meno di alcuni parametri e dopo alcuni test pratici, gli esperti hanno stilato la classifica delle app più interessanti ed utilizzate nel nostro paese.

Per chi vuole soprattutto divertirsi: Tinder

La sua struttura è quella delle foto di altri profili che vengono mostrate una dopo l’altra, per cui l’utente potrà scegliere di scartare, scorrendo con il cosiddetto “swipe” verso sinistra o selezionando l’icona a X, oppure esprimere il proprio interesse scorrendo verso destra o selezionando l’icona a cuore. Il like rimane segreto se l’interesse non è reciproco, ovvero se l’altra persona non ha messo un like a sua volta. Solo quando due utenti hanno una compatibilità o un match potranno accedere alla chat e iniziare una conversazione.

A chi è rivolta: persone tra i 20 e i 30 anni, principalmente alla ricerca di contatti estemporanei, occasioni leggere o l’uscita di una sera;

Quanto costa: gratuita per le funzioni base, da 10€ a 15€ al mese per quelle avanzate;

Ci piace perché: piattaforma molto intuitiva e veloce da utilizzare;

Non ci piace perché: non è possibile tornare indietro se si scarta un profilo accidentalmente.

App di dating: lo studio continua

Per i più seri e romantici: OkCupid

L’approccio di quest’app è completamente diverso dalla precedente: il matching è basato su un sofisticato sistema di affinità. L’utilizzatore dovrà rispondere a una serie di domande e selezionare quale risposta vorrebbe che il partner desse e, in base ai risultati, l’algoritmo dell’app svilupperà percentuali di affinità con altri utenti.

Scorrendo i potenziali partner, quindi, si vedrà subito il grado di affinità basato sulle domande risposte, che riguardano politica, religione, sesso, amore, abitudini quotidiane, hobby e tutti quegli argomenti che sono più spesso fonte di discussioni e disaccordi.

L’uitlizzo di quest’app è piuttosto complesso e richiede parecchio tempo, a maggior ragione perché l’app non è ancora stata tradotta in italiano.

A chi è rivolta: persone tra i 30 e i 35 anni, principalmente alla ricerca di relazioni durature e profonde;

Quanto costa: gratuita per le funzioni base, da 5$ a 20$ al mese per i pacchetti plus;

Ci piace perché: sistema di affinità accurato e ricercato, non basato solo su aspetti superficiali;

Non ci piace perché: piattaforma complessa e non tradotta in italiano, messaggistica non filtrata dai match.

Arriva il colpo di fulmine

Per chi crede nel destino: Happn

Happn è l’app che trae ispirazione da questa situazione molto comune. Chiamatelo colpo di fulmine. Permette di visualizzare grazie al GPS le persone che si sono incrociate durante la giornata, a patto che anche queste utilizzino la stessa app.

La posizione precisa non verrà mai rivelata pubblicamente per motivi di privacy. L’app permetterà di localizzare tutti gli utenti che si trovano a meno di un 1 km di distanza.

Quest’app punta molto sull’orginalità e cerca di distinguersi quanto più possibile dalle altre app di dating grazie ad alcune funzionalità. Per esempio la possibilità di chattare con gli utenti anche quando il like non è reciproco e la possibilità di inviare un messaggio vocale o addirittura una canzone, sfruttando l’account di Spotify.

A chi è rivolta: persone tra i 25 e i 35 anni, principalmente alla ricerca di contatti estemporanei e relazioni più profonde;

Quanto costa: gratuita per le funzioni base, 9 € al mese per gli extra;

Ci piace perché: modalità di matching innovativa e divertente;

Non ci piace perché: numero di utenti ancora non molto elevato, ci si può registrare solo se si possiede un account su Facebook.

Per chi è molto selettivo: Once

Invece di scorrere centinaia o migliaia di foto di potenziali partner, l’app propone un solo profilo al giorno. Poi concede 24 ore di tempo per contattarlo. I profili non sono pubblici, ma vengono scelti ed abbinati in base a criteri di affinità stabiliti dall’app. L’app per migliorare la qualità dei match proposti, permette di fornire un giudizio da 1 a 5 a una galleria fotografica degli utenti.

A chi è rivolta: persone tra i 30 e i 35 anni, in cerca di relazioni durature e profonde;

Quanto costa: gratuita per le funzioni base. Acquisto di Corone, valuta interna all’app, e abbonamenti disponibili a partire da 10€;

Ci piace perché: il tocco umano che caratterizza la ricerca;

Non ci piace perché: numero di utenti limitato.

Le app per le donne che prendono l’iniziativa

Per le donne che vogliono fare il primo passo: Bumble

Con Bumble solo le donne possono iniziare un’interazione. Qualora ci fosse una compatibilità, solo la donna potrà fare la prima mossa, entro 24 ore prima che l’utente proposto scompaia. In questo modo si eviteranno quindi molte situazioni spiacevoli oppure la ricezione di messaggi indesiderati.

Per chi è: persone tra i 25 e i 35 anni. Persone alla ricerca di relazioni sentimentali più o meno profonde, contatti professionali e amicizie

Quanto costa: gratuita per le funzioni base, 12,55 € al mese per quelle supplementari

Ci piace perché: sono le donne a decidere;

Non ci piace perché: numero di utenti ancora non molto elevato. Ci si può registrare solo se si possiede un account su Facebook.

Lo studio completo di QualeScegliere.it è consultabile sul sito all’indirizzo: http://www.qualescegliere.it/app-di-dating/

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag