Pubblicato il

Quattro rimedi scientifici contro il naso che cola

Raffreddori e allergie portano alla fastidiosa irritazione delle zona intorno alle narici. Ecco come correre ai ripari

naso che cola
iStock

Il naso che cola è una del conseguenze più fastidiose del raffreddore. A lungo andare, il muco che scende dalle cavità nasali, può irritare le narici, arrivando anche a irritazioni cutanee. Fortunatamente, esistono alcuni metodi che aiuteranno a fare mano di innumerevoli fazzoletti.

Sono elencati dal Daily Mail online che riporta i risultati di studi scientifici su malattie da raffreddamento e allergie stagionali.

Naso che cola: combatti il disagio con bevande calde

Bere una bevanda calda può aiutare ad attenuare le conseguenze del naso che cola. Inoltre fornisce sollievo a mal di gola o brividi. Uno studio del 2008 pubblicato su Rhinology International Journal ha evidenziato come le bevande calde come o caffè possono davvero essere utili. I liquidi a temperatura ambiente, invece, possono andar bene per attenuare starnuti frequenti e tosse.

La ricerca ha anche sottolineato come la respirazione risultasse migliore dopo aver consumato una bella tazza di tisana o tè caldi.

Vapore per eliminare ostruzioni nasali

Il naso che cola è una condizione dovuta all’ostruzione delle cavità nasali. Il vapore può aiutare a fluidificare il muco “colpevole” di farci soffiare continuamente il naso. In caso di raffreddore, posizionate la testa sopra una ciotola d’acqua fumante. Il Journal of Dental and Medical Sciences ha pubblicato uno studio del 2016 che ha rilevato come i partecipanti che utilizzavano il vapore per trattare il raffreddore provassero un “sollievo più rapido dai sintomi”.

Neti Lota: strumento semplice ed efficace

I vasi Neti Lota assomigliano a comuni teiere. Sono invece strumenti in ceramica utilizzati per l’irrigazione delle cavità nasali. Quando il vostro naso che cola inizia a creare disagio, fate scorrere acqua tiepida dal rubinetto. Basterà solo inserire l’acqua all’interno del Neti Lota, inclinare la testa da un lato e aspirare con il naso dal tubicino sporgente del vaso. Il liquido uscirà dalla narice opposta e i risultati saranno garantiti: si tornerà a respirare.

Una revisione Cochrane del 2016 ha riportato gli effetti benefici di questo strumento tanto semplice quanto antico. Il Jala Neti proviene dalla millenaria tradizione indiana, una pratica consigliata per un corretto svolgimento dello Hata Yoga. Questa disciplina richiede infatti l’assenza di ostacoli nel passaggio dell’aria attraverso il naso.

Spezie piccanti per respirare meglio

Consumare un pasto speziato può aiutare con il naso il naso chiuso. Unica avvertenza: non esagerare. La capsaicina, sostanza presente in curry e peperoncino, aiuta a liberare le fosse nasali. Ma se consumata in dosi eccessive, può irritare le mucose. Una revisione del 2016 in Current Allergy and Asthma Reports riporta gli effetti positivi di questa sostanza sui sintomi da raffreddamento.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag

Articoli correlati