Pubblicato il

Come sbloccare lo scarico della cucina intasato

Non c’è nulla di più fastidioso di avere lo scarico della cucina o dei bagni intasato: vediamo come risolvere il problema

scarico della cucina
istockphoto.com

SCARICO DELLA CUCINA INTASATO

Anche se si fa molta attenzione a non gettare rifiuti nel lavandino, può capitare a tutti di ritrovare lo scarico della cucina intasato. I motivi sono tanti, dal grasso dei cibi ai residui che restano sui piatti sporchi. Giorno dopo giorno i piccoli frammenti di rifiuti si intrappolano, formando una massa solida difficile da mandar via. E’ bene quindi non arrivare a questo punto, ma prevenire l’intasamento con alcune accortezze.

COME EVITARE CHE LO SCARICO DELLA CUCINA SI INTASI

Le buone abitudini sono preziose per scongiurare incidenti domestici e fastidiose situazioni come lo scarico intasato. Si parte, ovviamente, dall’evitare quanto più possibile di gettare rifiuti solidi nel lavandino. Anche se i residui sono molto piccoli. Se ci accorgiamo di averlo fatto, anche inavvertitamente, sarà bene mettere un po’ di disgorgante dopo la pulizia del lavello e lasciarlo agire. Un altro consiglio che vogliamo darvi è di gettare acqua bollente con un po’ di sgrassatore nel lavandino tutte le volte che abbiamo scolato olio o sciacquato piatti con sughi grassi.

COSA FARE SE LO SCARICO DELLA CUCINA E’ ORMAI INTASATO

A volte queste accortezze possono non bastare e può capitare di ritrovarsi con lo scarico intasato. In questi casi, prima di chiamare l’idraulico, possiamo provare da soli a liberarlo. Non è complicato. Possiamo usare uno sturalavandini. Mantenendo lo stantuffo, pompiamo energicamente su e giù, quindi rilasciamo rapidamente lo stantuffo.

Quando l’otturazione è ostinata e non può essere rimossa neppure con lo sturalavandini, possiamo tentare con la rimozione del sifone. Sebbene la sua forma sia pensata per evitare il deposito di detriti, può comunque intasarsi. La sua rimozione permetterà di raggiungere direttamente ciò che occlude il passaggio.

Dopo aver sbloccato l’ingorgo, consigliamo comunque sempre una buona manutenzione ordinaria. Questa può essere effettuata come sopra consigliato, con il disgorgante, oppure con metodi naturali. Uno molto efficace è l’utilizzo di sale e bicarbonato da inserire nello scarico. Versare poi un po’ di aceto bollente. Lasciare agire dieci minuti e infine gettare acqua bollente. E’ uno dei vecchi metodi della nonna, che risultano spesso i più efficaci!

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie CasaTag