Pubblicato il

Cerimonie all’orizzonte? Ecco come mettere la testa a posto

Dalla treccia alla coda di cavallo passando per lo chignon: i consigli dell’hair stylist Armando Pace per tenere testa a caldo e umidità

acconciature
Courtesy of©Vesnaandjic/iStock

La bella stagione è un periodo decisamente movimentato. Tra matrimoni, lauree, cene di lavoro etc. gli inviti fioccano che è una meraviglia. Oltre a pensare a quale outfit prediligere, a incutere timore sono soprattutto i capelli. In estate si sa, l’umidità e il caldo remano contro. Il rischio è quello di perdere la pazienza a causa del proprio aspetto che potrebbe rendere (ai propri occhi) impresentabili. Onde evitare di farsi demoralizzare, vale la pena giocare d’astuzia e, piuttosto che impazzire con piastra, lacca etc., è preferibile puntare ad acconciature tattiche.

A svelare i trucchi del mestiere è stato l’hair stylist Armando Pace: a suo avviso, infatti, non serve una mano esperta per avere dei risultati soddisfacenti. La semplicità premia sempre. Ecco qualche pettinatura fai da te da realizzare in casa e affrontare a testa alta ogni tipo di evento.

Acconciature da cerimonia, le regole doro

Prima regola: mai pensare di acconciare i capelli appena lavati. Se proprio non si vuole rinunciare ad avere una testa pulita e in ordine si può ovviare al problema avvalendosi dello shampoo secco. Inoltre, prima di procedere con il lavoro, è bene munirsi di tutti gli strumenti del mestiere: bisogna dunque avere a portata di mano un pettine a coda, una spazzola piatta, degli elastici, delle forcine, dei becchi d’oca e un hair spray. “Va bene il fai da te ma, naturalmente, se ci si avvale della collaborazione di un’amica il tutto risulterà più veloce, semplice e ordinato” – precisa l’esperto.

Via libera alla treccia

Un vero passe-partout è la treccia: meglio se morbida e laterale. Anche se i capelli tenderanno a gonfiarsi, poco importa. Il risultato rimarrà comunque gradevole. In alternativa, partendo sempre da una treccia, si può realizzare un bel raccolto. Come? Semplicemente arrotolandola su se stessa.

Qualora si trattasse di una cerimonia serale, soprattutto se all’aperto, si può realizzare uno chignon basso, all’altezza dell’occipite. Deve essere morbido e ‘disordinato‘ ovvero bisogna lasciare libere delle ciocche laterali. “Mai dimenticare una spruzzatina di spray protettivo antifrizz: dona un aspetto più lucido, ma in maniera naturale” – suggerisce l’esperto.

Coda di cavallo, un vero passe-partout

La coda di cavallo, che sia alta o bassa, è un evergreen. Rappresenta una vera e propria ancora di salvezza: permette infatti di tenere la chioma in ordine. “Date spazio alla vostra creatività giocando con i capelli, magari realizzando all’attaccatura una treccia francese o una cotonatura per poi lasciare il resto dei capelli in libertà” – consiglia l’hair stylist. Si può impreziosire il tutto aggiungendo qualche piccolo dettaglio, come un fiore oppure un fiocco. In alternativa, chi hai capelli sufficientemente lunghi, può avvalersi di una ciocca, sciolta o a mo’ di treccia, per coprire elastico che fissa la coda.

Bubble ponytail, la coda con le bolle

Molto in voga tra le acconciature anche la bubble ponytail ovvero la famosa “coda con le bolle”. Non bisogna lasciarsi intimorire, realizzarla è alla portata di tutte. Una volta fatta la coda, meglio se bassa, i capelli vanno divisi in piccole sezioni da fissare con degli elastici. Si tira poi qualche ciocca per dare volume, et voilà, l’acconciatura è fatta. Sembrerà di essere uscite dal parrucchiere ma senza aver speso un centesimo.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag

Articoli correlati