Pubblicato il

Polline in casa, come mandarlo via e dormire sereni

polline
iStock

La primavera è finita, ma solo dal punto di vista del calendario. L’estate non è ancora scoppiata, anzi. Siamo in un periodo dell’anno in cui il polline è ancora fastidioso. La buona notizia è che, adottando alcune buone abitudini, è possibile ridurre la quantità di polline in casa. Per godersi almeno il sonno.

Eliminare il polline, lavare capelli e vestiti

Il polline si deposita non solo sui nostri vestiti, ma si annoda anche tra i nostri capelli. Questo significa che è facile portarlo in casa.  È quasi indistruttibile a meno che non sia bagnato. Il consiglio è di farsi una doccia non appena rientrati a casa, lasciando le scarpe vicino alla porta d’ingresso. Subito dopo, mettere i vestiti in lavatrice..

Mantenere la biancheria da letto senza pollini

La febbre da fieno può causare affaticamento e scarsa concentrazione, è consigliabile eliminare il più possibile i pollini in camera da letto. Se si attacca a capelli e pelle, è facile che finisca anche lì. Il consiglio è di cambiare spesso la federa.

Evitare di stendere fuori il bucato

I giorni caldi e asciutti sono una manna per il bucato steso sul balcone, ma portano con sé anche concentrazioni maggiori di polline nell’aria. Il consiglio è asciugare i panni in casa, o comunque nell’asciugatrice.

Tempo in cui si tiene in aria la casa con attenzione

Altamente sconsiglitao tenere aperte le finestre nella prima metà della attina e la sera, ossia quando i fiori rilasciano il polline e l’aria calda si raffredda e lo porta con sé.

 

Consigli di lettura

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie CasaTag