Pubblicato il

Listeria, dove si annida e come evitarla

Cos’è la listeria e come evitare la contaminazione con poche semplici, ma essenziali, accortezze

listeria
iStock

E’ un batterio insidioso di cui si sente parlare di frequente ma di cui spesso si sa poco. La listeria è tornata a far parlare di sè di recente quanto alcuni grandi marchi e catene di supermercati hanno dovuto ritiarare dal commercio alcuni dei loro prodotti surgelati a causa del rischio di contaminazione. Ma questo batterio non si trova soltanto nei cibi surgelati. Anzi, sono proprio i cibi freschi a presentare un maggiore rischio di contaminazione. Per questo è importante prestare la massima attenzione sia nella selezione e conservazione dei prodotti che nel prendersi cura dell’igiene della propria cucina. Bioleader, laboratorio di analisi specializzato in sicurezza alimentare, ha fatto il punto della situazione. Ed ha spiegato dove si annida la listeria e come prevenire la contaminazione.

Listeria: cos’è e dove si trova

La Listeria monocytogenes è un batterio che prolifera soprattutto nei cibi freschi. Salumi, carne cruda o poco cotta, formaggi a base di latte non pastorizzato sono, dunque, i prodotti più a rischio. E’ in grado, però, di sopravvivere anche su superfici a contatto con gli alimenti. Dalle posate, sino ai taglieri e ai cestini per per riporre e lavare la frutta e la verdura e, naturalmente, al frigorifero. E’ fondamentale, dunque, dedicarsi con la massima cura alla pulizia delle superfici, degli elettrodomestici e degli accessori della cucina. L’infezione, infatti, può risultare estremamente invasiva. Se non, addirittura, fatale in soggetti particolarmente fragili.

Come evitare la contaminazione

Per quanto insidiosa, la listeria può, però, essere combattuta con una certa facilità. Purchè si adottino una serie di utili precauzioni. Innanzitutto bisogna ricordare che il batterio muore con la cottura. Questo significa che basta cuocere, ad esempio, il minestrone per pochi minuti ad una temperatura superiore a 75° per scongiurare il pericolo. Alimenti freschi e prodotti di gastronomia, come insalata russa o insalata di riso, dovrebbero sempre essere conservati in frigorifero ed in contenitori chiusi. Per scongelare gli alimenti in maniera sicura bisognerebbe trasferirli la sera prima nel frigorifero. Bisognerebbe, inoltre, sempre evitare lo scongelamento rapido sotto l’acqua calda. E’, importante sbrinare frequentemente il congelatore ed ingienizzare l’interno del frigorifero.

Frutta in frigo

I prodotti di gastronomia ed i cibi freschi vanno sempre consumati entro la data di scadenza. E bisogna tenere a mente che anche frutta e verdura non sono prive di insidie. A tal proposito occorre ricordare di lavarle sempre con cura. Specialmente quando vengonno consumate crude. Anche angurie e meloni richiedono una certa attenzione. Prima di tagliarli bisognerebbe sempre rimuovere tutta la terra dalla superficie. Aiutandosi, magari, con una spazzola. Devono, inoltre, essere consumati in pochi giorni e conservati in frigorifero ben coperti o in contenitori ermetici. I bambini, le persone anziane e le donne in gravidanza, infine, dovrebbero sempre evitare di consumare carne cruda, prodotti  affumicati e formaggi prodotti con latte non pastorizzato.

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie FoodTag

Potrebbe interessarti