Pubblicato il

Twitterbang, o meglio, il sesso occasionale

Ma cosa c’entra Twitter? Scopritelo insieme a noi

Twitterbang
iStock

Il Twitterbang è un’espressione dello slang americano che indica un rapporto occasionale avvenuto dopo lo spazio di una breve conoscenza. Quanto una conversazione via Twitter (dai 140 ai 180 caratteri).

LEGGI ANCHE: L’AMORE FINISCE ANCHE PER COLPA DEL SESSO ORALE

Così il mondo dei social network cambia anche il linguaggio comune. A volte lo insegue, a volte è la quotidianità che invece si adatta alla nuova maniera di comunicare. Oggi che l’incontro tra due persone è rapida, spesso mediato dalla tecnologia, non stupisce che la realtà sia misurata anche con la specificità delle abitudini online.

19,90€
disponibile
1 nuovo da 19,90€
3 usato da 10,00€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 3 Settembre 2020 14:36
13,30€
14,00
disponibile
6 nuovo da 13,30€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 3 Settembre 2020 14:36

Twitterbang: una nuova maniera di cercare un’avventura

App di dating, chat di Facebook Messanger, Whatsapp, Snapchat, messaggi privati su Instagram. Trovare qualcuno con cui flirtare non è mai stato così facile e spesso anche così veloce nella tempistica. E allora questa brevità ha anche contagiato il campo del sesso senza vincoli, quello dei rapporti occasionali.

Ma ci sono casi e casi. Come riporta Metro Uk, esiste anche un termine inglese per indicare una conoscenza nata su Twitter e finita tra le lenzuola.

Twitter-Twitter Bang-Bang è il termine di chi usa Twitter come fosse Tinder.

Un tempo si poteva entrare in contatto con l’anima gemella, anche quella di una notte, con mezzi come il telefono o le chat (meno evolute di quelle di oggi).

Per questo spopolavano i termini phonesex e cybersex.

Ma non solo in campo sessuale e relazionale l’uso di Twitter ha davvero stravolto il linguaggio. Alcuni esempi? La nascita del termine twitterary. 

Di cosa parliamo? Di un nuovo mestiere o almeno di una nuova mansione. L’espressione sta a indicare una persona che si occupa di scrivere e gestire i tweet al posto di un’altra (generalmente una star o persona famosa). E quindi questa persona diventa non più una secretary, segretaria, ma una twitterary, una twitteraria. Chiarissimo da seguire, no?

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie AmoreTag