Pubblicato il

Midi o mini? Le gonne di primavera

Con le prime giornate calde le gonne tornano protagoniste, specialmente in queste due versioni

gonna midi
istockphotos

Durante i mesi invernali le più temerarie le indossano comunque, anche grazie a calze e collant che diventano importanti alleati anti-ibernazione. Ma le gonne vivono il loro vero momento di gloria a partire dalla primavera, quando il clima mite permette di scoprire le gambe senza colpo ferire. Particolare protagonista di questa stagione è la gonna midi. Ma anche la minigonna sta vivendo un momento di gloria. Ecco dunque come portare questi due modelli.

Ultimo aggiornamento il 30 Agosto 2020 15:00

Gonna midi o gonna mini

La gonna midi sta vivendo un momento di grande revival. La capacità di accordarsi sia con gli outfit casual che quelli formali la rende particolarmente amata, così come le tante sfaccettature con le quali viene proposta. Plissettata per una reinterpretazione del look retro (non a ruota, ma morbida). A matita per un effetto sirena, anch’esso dall’evocazione vintage. Semplicemente svasata, per un’opzione più rilassata. In denim, in pelle, in tulle, in cotone. Molti brand la propongono sfruttandone la versatilità.

Ultimo aggiornamento il 30 Agosto 2020 15:00

Perché sceglierla? Perché è di classe, è chic, è pratica, permette movimenti in libertà. Si abbina sia con una scarpa con tacco che con un kitten heel, fino ai modelli flat. E naturalmente sposa la sneaker, senza problemi. Un suggerimento: se non siete particolarmente alte, optate per un modello che arrivi appena sotto il ginocchio, lasciando il polpaccio libero. Al contrario chi ha le gambe lunghe può tranquillamente optare per una longuette. Inoltre, sceglietela a vita alta: oltre ad essere trendy crea un istantaneo ‘allungamento’ della silhouette.

La minigonna non ha bisogno di presentazioni. Mai passata di moda, è l’icona stessa della femminilità più fresca e briosa. Per chi vuole osare, nulla di meglio di un modello mini. Ma le tendenze attuali a dire il vero non la vedono particolarmente corta. Piuttosto, la minigonna di oggi arriva almeno a metà coscia, e non certo per una questione di ‘oscurantismo’, ma per poterla indossare in modo più pratico, lasciando maggiore libertà di movimento. La gamba rimane comunque ben in vista, ma l’effetto è meno aggressive. A triangolo o ampia e morbida, più che tubolare. Superato anche l’abbinamento con la scarpa col tacco, o con lo stivaletto: meglio portarla con una scarpa sportiva o con una slip-on per essere davvero al passo con le tendenze.

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie ModaTag