Pubblicato il

Viaggio fai da te, gli italiani lo preferiscono

Il criterio dell’organizzarsi senza intermediazione piace a tutti. La ricerca

Viaggio fai da te
iStock

Le vacanze sono quasi finite ed è tempo di bilanci. Come sono gli italiani in viaggio? Quali sono le loro abitudini e che tipo di organizzazione – viaggio fai da te oppure organizzato, preferiscono? Monitor Allianz Global Assistance in collaborazione con AstraRicerche ha indagato sulla relazione tra italiani e viaggio. Il campione è di oltre 1.500 italiani tra i 18 e i 65 anni.

14,41€
16,95
disponibile
11 nuovo da 14,41€
1 usato da 12,20€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 3 Dicembre 2019 17:52

Viaggio fai da te, una ricetta che funziona

Dal romantico viaggiatore solitario allo stanziale programmatore. I risultati della ricerca commissionata da Allianz Partners mostrano che gli italiani da una parte preferiscono viaggi sereni e ben definiti; ma dall’altra sognano viaggi senza meta prestabilita. Del primo gruppo fanno parte i viaggiatori da catalogo (19,6%), quelli stanziali a breve raggio (16,0%), e i pianificatori di gruppo (13,9%). Dall’altra parte troviamo invece quelli che amano maggiormente il rischio. Sono i viaggiatori solitari (15,1), gli improvvisatori moderati (23,4% – il cluster più numeroso) e gli avventurosi(12,0%, il gruppo più estremo).

Con o senza mappa, in che modo si organizzano gli italiani quando decidono di superare i propri confini conosciuti? Che sia per andare lontano o più vicino, il “fai da te” sembra essere la scelta preferita. Il 56,8% predilige infatti organizzarsi senza intermediazione. C’è chi non può fare a meno di prenotare tutto in anticipo (62,5%), senza affidarsi a soluzioni “last minute” (solo il 17,3% del campione). Chi programma il viaggio “tappa per tappa” (56,9%) o chi preferisce definire tutto in anticipo (58,2) senza lasciare troppo spazio all’avventura (16,4%). Inoltre, gli intervistati dichiarano di favorire la visita verso luoghi lontani (35,9%), piuttosto che rimanere vicino casa (22,3%). Una volta arrivati a destinazione poi, meglioviaggi sempre in movimento (46,4%) che i viaggi ‘stanziali’ (20,8%).

Dopo l’Europa si sogna ancora l’America. A fare paura è l’Egitto

Tra le mete più ambite dagli italiani resta primo il vecchio continente con una lieve prevalenza dell’esterofilia (il 65,3% preferisce l’Europa mentre il 61,6% viaggia in Italia). Strofinando la lampada di Aladino dei viaggi, un’altra area sembra poter competere per i sogni degli italiani: è il Nord America (Stati Uniti, Canada) indicato dal 41,8% del campione; seguono Medio Oriente e Asia (23,0%). In gara anche l’Oceania (22,0%) che supera il Sud America (17,8%) e l’America centrale (15,6%). In fondo alla classifica troviamo il continente africano (11,9%) e le aree polari (con un 4,3%).

13,60€
16,00
disponibile
5 nuovo da 13,60€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 3 Dicembre 2019 17:52

Non mancano destinazioni turistiche che ci attirano ma alle quali rinunciamo per timore. Tra queste spicca il continente africano (indicato in modo generico dal 21,7%) con la specifica dell’Egitto (18,2%, che – come singolo Paese – stacca nettamente tutti gli altri), a cui segue il l’area mediorientale (11,0%).

 

 

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie People, ViaggiTag