Pubblicato il

Piangere al lavoro, la colpa è quasi sempre del capo

piangere al lavoro
iStock

Otto persone su dieci ammettono di piangere sul lavoro (o di averlo fatto in passato). Il 14% degli intervistati afferma di piangere al lavoro almeno una volta alla settimana o ogni giorno. Il 45% ha dichiarato di aver versato lacrime in ufficio a causa dei loro capi o colleghi. Altri hanno accusato i loro carichi di lavoro, problemi personali a casa o bullismo in azienda.

LEGGI ANCHE Il lavoro può far male al cuore

26,00€
disponibile
9 nuovo da 26,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 7 Ottobre 2019 14:57

Piangere al lavoro: il 14% lo fa almeno una volta a settimana

Otto lavoratori su dieci lavoratori ammettono di aver pianto sul lavoro. Il sondaggio è di Monster, motore di ricerca dedicato agli impieghi. Circa il 14 percento dei dipendenti afferma di piangere al lavoro almeno una volta alla settimana o ogni giorno. La maggior parte ha incolpato i propri capi o colleghi. Altri hanno dato trovato il motivo nei carici di lavoro o in problemi personali.

I ricercatori affermano che i risultati dell’indagine sono la prova che i lavoratori stanno “soffrendo”. E che i datori di lavoro devono alleviare parte della pressione esercitata sui loro dipendenti. La maggior parte (45%) afferma infatti che le lacrime scorrono per colpa dei capi o dei colleghi. Mentre circa il 20% ha dichiarato di aver pianto in ufficio a causa di problemi a casa o fuori dal lavoro. Altre risposte al sondaggio includevano bullismo in ufficio, problemi con un cliente o un errore sul lavoro.

13,51€
15,90
disponibile
15 nuovo da 13,51€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 7 Ottobre 2019 14:57

Non solo lacrime, anche tic e insonnia

Uno studio dell’Università della California del Sud ha seguito i banchieri per nove anni e ha scoperto che, al terzo anno, hanno spesso sviluppato tic come il mangiarsi le unghie o condizioni come l’insonnia. Altri studi hanno dimostrato che i lavoratori soffrono di cattiva salute mentale. La cui cura, negli Stati Uniti, ha un costo stimato di 53 miliardi di dollari all’anno. Perché i dipendenti si prendono più giorni di riposo e lavorano più lentamente.

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie PeopleTag