Pubblicato il

Ricetta-ricordo: vellutata di lenticchie con tortelli

I famosi legumi di Castelluccio protagonisti di un piatto natalizio del ristorante Vespasia di Palazzo Seneca a Norcia

Vellutata di lenticchie di Castelluccio con tortelli di norcina
iStock

Una ricetta da gustare in vista del Natale. E da sperimentare, ovviamente, per un buonissimo e benaugurante Capodanno. Grande protagonista del piatto è la lenticchia, soprattutto quella di Castelluccio di Norcia, in Umbria, nel cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

L’ingrediente: le lenticchie

Le lenticchie sono considerate come il legume più antico consumato dall’uomo. Risalenti addirittura al 7000 a.C. Una porzione di 100 g contiene circa 25 g di proteine vegetali, 54 di carboidrati, 5,1 mg di ferro, 127 mg di calcio e 3 mg di vitamina C. Posseggono proprietà antiossidanti, sono facilmente digeribili e contribuiscono al regolare funzionamento dell’intestino. Inoltre aiutano a rallentare l’assorbimento degli zuccheri e possono ridurre l’incidenza delle malattie coronariche.

La ricetta

Difficoltà – medio-alta.

Ingredienti per 4 persone – Per la vellutata: 250 g di lenticchie di Castellucciom, 2 litri di brodo vegetale fresco, una costa di sedano, una cipolla rossa. Due spicchi aglio, salvia e rosmarino. Per i tortelli: 200 g di pasta all’uovo, 100 g di salsiccia artigianale, 100 g di ricotta ovina, 50 g di pecorino umbro grattugiato, olio extravergine d’oliva umbro, sale. Per la guarnizione: 4 fette di pane senza sale raffermo, v50 g di guanciale.

Tempi di preparazione: 60 minuti.

Il procedimento

Lavare le lenticchie e bollirle, badando di scolarle quando sono ancora croccanti. Tagliare a cubettini tutte le verdure e scaldarle in poco olio con gli aromi. Aggiungere tre quarti dei legumi e farli insaporire a fiamma viva. Aggiungere il brodo e portare a cottura. Aggiustare di sale, frullare a crema e passare a setaccio fine, tenendo la vellutata da parte al caldo.

Per il ripieno dei tortelli – Rosolare la salsiccia e sbriciolarla, amalgamandola alla ricotta e al pecorino. Stendere la pasta a foglia sottile e usare il composto per preparare dei tortelli chiusi a saccottino, da cuocere con le consuete accortezze.

Come ultime operazioni preparatorie – Affettare il pane, passandolo brevemente in forno, e rosolare il guanciale a fettine.

Perché “piatto del buon ricordo”?

Il piatto proposto dal Ristorante Vespasia di Palazzo Seneca, a Norcia, di Vincenzo e Federico Bianconi, fa riferimento alle lenticchie di Castelluccio di Norcia, a ben 1450 metri di quota. L’abitato si trova in posizione dominante su un altopiano erboso suddiviso in tre parti: Pian Grande, Pian Piccolo e Pian Perduto. Ma è soprattutto il primo a essere coltivato a lenticchia. Un legume che, in questa terra, racconta decenni di tradizioni e di sapori: la sua origine, infatti, è garantita dal marchio comunitario dell’Igp.

E se avete voglia di altre ricette natalizie, ecco qualche libro, suggerito dal sito di recensioni Consigli.it, che potrebbe fare al vostro caso

Cereali e legumi. Conoscere le varietà e utilizzarle in cucina. 60 ricette

12,50
10,62  disponibile
10 nuovo da 10,07€
Spedizione gratuita
Acquista ora
Amazon.it
al 22 Dicembre 2019 16:29

Caratteristiche

Release Date2017-09-13T00:00:01Z
LanguageItaliano
Number Of Pages144
Publication Date2017-09-13T00:00:01Z
Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie FoodTag