Pubblicato il

Sulle note di Budapest

La città delle spa, con oltre 100 sorgenti termali e 12 bagni, e dal suggestivo panorama “danubiano” sfoggia per il periodo estivo una vivace mise musicale multi-genere: rock, pop, classica, lirica, balletti e danze tradizionali.

Budapest panorama città
Courtesy of ©Livia Fabietti

Tra le magiche location di una metropoli – sempre più europea – dal volto variegato di Buda, Pest e l’isola di Óbuda per tutta l’estate si balla al tempo del Summer Festival 2010. Sull’Isola Margherita – 100 ettari di verde in mezzo al Danubio, tra i ponti Margherita e Árpád – fino a fine agosto nel teatro all’aperto ai piedi della caratteristica torre idrica in art nouveau si alternano pièce di operette, opere liriche e balletti classici, ma anche opere rock e musical.

Abitata già dai tempi degli antichi romani e poi scelta dai monaci per i loro ritiri spirituali, l’isola oggi è uno dei parchi più belli della città con resti di monasteri e i numerosi giardini inglesi, giapponesi e francesi, visitabile a piedi o con le bici “famigliari” a 4 ruote. Sempre nel verde ma stavolta del giardino di Városliget di Pest si tengono ogni martedì e giovedì (h. 20,30) e per tutta l’estate concerti di musica sinfonica, popolare, jazz e klezmer. Prima, con l’occasione, si possono vedere il Museo delle Belle Arti, il Palazzo delle Esposizioni e il Bagno Széchenyi.

Poi ci sono le notti musicali dello Zoo – nella Palm House o nel giardino giapponese – i melodrammi sullo storico palco del Teatro dell’Opera, il Festival della danza nel cortile del Teatro Nazionale (vicino il Castello di Buda) e i concerti nel cortile Domenicano tra l’Hotel Hilton e la Chiesa in Rovine. Gli amanti del rock scopriranno con piacere che anche Budapest ha la sua Woodstock nel Sziget Festival (11-16 agosto), un minivillaggio della musica allestito sull’isola di Óbuda (zona settentrionale della città) con un programma di oltre 100 esibizioni, tra cui quelle di gruppi di fama internazionale come Muse, Iron Maiden e i nostri Subsonica, spettacoli teatrali e rassegne cinematografiche.

Consapevole del fascino di cui sono ricche le sue costruzioni che ne narrano la storia con edifici risalenti all’età romana e classica fino allo stile liberty di Ödön Lechner, e della sua romantica eleganza Budapest si prepara ad accogliere i suoi ammiratori al meglio con l’apertura tra il 2010 e il 2011 di tre nuovi alberghi con il pallino dello stile. Sorge in una palazzina degli anni ’20, vicino il Ponte delle Catene, l’Alta Moda Fashion Hotel: inaugurato a maggio con 4 stelle superior, tra i servizi prevede stanze di lusso “solo per lei” dedicate alle donne che viaggiano sole. Di prossima apertura sono invece il Prima Fashion Hotel Budapest nei pressi della via dello shopping di Váci Utca e il Buddha Bar Hotel nell’edificio del XIX secolo Klotild Palace in centro città.

Indirizzi utili

www.budapestinfo.hu
www.culturalbudapest.com

Leggi anche:
Budapest, notte senza fine
Sziget Festival, la Woodstock sul Danubio

Vai alla Miniguida di Rotterdam