Pubblicato il

Icastica, l’arte contemporanea al femminile

In diverse location della città di Arezzo una rassegna internazionale con oltre 40 artiste internazionali, Icastica

Carol Feuerman - Brooke
Carol Feuerman - Brooke

E’ stata inaugurata i primi di giugno, ma avete tempo fino al 1 settembre per scoprire o approfondire la vostra conoscenza dell’arte contemporanea al femminile grazie alla rassegna Icastica 2013. Una manifestazione che guarda alla cultura estetica internazionale attraverso lo sguardo e la creatività di 40 artiste, sotto la direzione artistica di Fabio Migliorati. Icastica celebra il primo anno di vita con esposizioni che si snodano in oltre 20 luoghi nella città di Arezzo, per un percorso totale di quattro chilometri.

Icastica è incentrata sull’arte contemporanea internazionale, a cui si affiancano veneti di danza, teatro, architettura, musica. Le location sono sia indoor che open, e si tratta di siti storici oppure da poco inaugurati, in un emblematico confronto tra sacro e civico, antico e moderno, storia e attualità. Passato e presente il contesto, femminile il tema, quale esempio di impegno, vitalità, creatività e riscossa: installazioni, performance, convegni animeranno piazze e vie di Arezzo unite dal fil rouge del ‘2013 project: glocal women’. Glocal è un termine che, spiega Fabio Migliorini, deriva dal “pensiero organico del sociologo Roland Robertson e da quello liquido del filosofo Zygmunt Bauman, i quali, con la parola Glocalisation, legano ‘globale’ e ‘locale’. Il centro storico di Arezzo sarà interessato dai linguaggi creativi in modi: musei e storici palazzi, prestigiose basiliche, alcune delle piazze più suggestive della città, divengono tappe di percorso tra contemporaneo e rinascimental-medievale, attraverso il lavoro di 40 artiste di fronte a Piero della Francesca, Vasari, Cimabue. E poi gli eventi: testimonianza di esercizio espressivo che è spettacolo, architettura, teatro, danza, musica, riflessione critica tra approfondimento e intrattenimento”.

E a proposito di terminologie, Icastica significa ‘arte del rappresentare la realtà’: un’azione efficace e incisiva, corretta e sintetica. Tra le artiste che animeranno la manifestazione grandi nomi come Yoko Ono, la regina della performance Marina Aabramovic, la scultrice americana Carole Feurman, la performer cubana Tania Bruguera, l’israeliana Belle Shafir e la sudafricana Candice Breitz solo per citare alcuni nomi. Per il teatro saranno portati in scena spettacoli come “Tango di luna” con Luciana Savignano, “Medea” di Emma Dante, “Dall’inferno all’infinito” con Monica Guerritore, “The Hill” di Roy Assaf, “We do not torture people” di Noa Shadur. Tra gli altri nomi attesi, per la sezione UT Festival, durante la kermesse anche la cantante inglese Skin e l’attrice italiana Isabella Rossellini che presenterà il suo spettacolo inedito “Green Porno”.Numerosi anche gli eventi collaterali proposti all’interno di Icastica, con un spazio interamente dedicato all’approfondimento con workshop e seminari sull’estetica e incontri che vedranno la partecipazione di importanti esponenti della politica, della cultura internazionali. Al termine della kermesse saranno assegnati i premi ICASTICA per la parte in concorso destinati all’arte e fuori concorso per le categorie danza, teatro e musica.

Icastica
2013 project: glocal women
Arezzo
7 giugno – 1 settembre 2013 
www.icastica.it

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie Tempo liberoTag