Pubblicato il

Nei Paesi Bassi si viaggia con Vincent van Gogh

Una mostra allestita presso Het Noordbrabants Museum rivelerà gli aspetti poco noti di Vincent van Gogh, artista tormentato e solitario

Vincent van Gogh
Ufficio Stampa Holland.com

E’ incentrata sulle persone che hanno giocato un importante ruolo nella vita di Vincent van Gogh. È la mostra Van Gogh’s Inner Circle: Friends, Family, Models che a partire dal prossimo 21 settembre sarà visitabile all’ Het Noordbrabants Museum di ’s-Hertogenbosch (Boscoducale). In mostra 90 pezzi tra dipinti, disegni, lettere e documenti che approfondiscono “l’inner circle” dell’artista, ovvero il suo circolo più intimo. Con questa mostra il museo mette in discussione l’immagine convenzionale di artista tormentato e solitario di Van Gogh. L’iniziativa vuole mostrare come gli amici e i familiari dell’artista avessero molta stima di lui, come persona e come artista.

Vincent van Gogh
Vincent van Gogh – Portret van Theo van Gogh

L’uomo dietro l’artista

Vincent van Gogh è noto al pubblico per essere stato un uomo passionale che spesso aveva relazioni complicate con la famiglia, gli amici e i colleghi artisti. In alcuni casi si trattava di relazioni intime e durevoli. In altri di rapporti che finivano in un allontanamento dovuto alla natura diretta dell’artista. La mostra presenta le persone più importanti della vita di Van Gogh in ordine cronologico. Si parte dagli anni nel Brabante e a L’Aja, passando per i periodi a Parigi e nel sud della Francia. Si arriva infine alla sua morte ad Auvers-sur-Oise il 29 luglio 1890. Nell’iniziativa vengono esplorate anche le amicizie con artisti quali Anthon van Rappard, Anton Mauve, Emile Bernard, Paul Gauguin, Henri de Toulouse-Lautrec e Paul Signac.

Vincent van Gogh
Vincent van Gogh – Still life with strawhat

La cerchia di Vincent Van Gogh: le opere

Curata da Sjraar van Heugten, la mostra mette in scena opere provenienti da collezioni olandesi private e non. Tra i capolavori si annoverano i dipinti “Natura morta con Bibbia” e “La berceuse”. In mostra anche “L’Arlesiana” e molti documenti rari. È il caso di un album da disegno per Matthijs Maris, alcuni album da disegno mai mostrati al pubblico di Van Gogh per Betsy Tersteeg. In mostra anche una lettera di proprietà di un privato scritta da Vincent a Paul Signac. Non mancano sei lettere di condoglianze, indirizzate a Theo van Gogh da Camille Pissarro, Henri de Toulouse-Lautrec, Paul Gauguin. La mostra si sofferma in particolare su alcuni soggetti. Ad esempio, è presente una “nicchia” per Theo van Gogh (1857-1891), la persona più importante nella vita di Van Gogh. L’amicizia tra i due fratelli e il loro comune amore per l’arte e la letteratura traspare infatti dal dipinto “Ritratto di Theo Van Gogh”.

Vincent van Gogh
Vincent van Gogh – L’Arlesiana

Itinerari nella regione del Brabante

Ricordiamo infine che Vincent van Gogh nacque nella regione del Brabante, nel sud dei Paesi Bassi. Qui ebbero origine il suo eccezionale talento e il suo carattere caparbio. I luoghi in cui Van Gogh visse e lavorò hanno recentemente deciso di unirsi sotto il nome di “Van Gogh Brabant”. La storia della sua vita viene ora narrata in tre centri culturali, attraverso 39 monumenti dedicati all’artista. I visitatori possono quindi scoprire di più su Vincent grazie ad un approfondimento sulla sua infanzia a Zundert; sugli inizi della sua carriera a Etten; sulle sue lezioni di disegno a Tilburg; sul suo primo capolavoro a Nuenen.

Vincent van Gogh
Vincent van Gogh House, Zundert

 

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie Tempo liberoTag