Pubblicato il

Concierge al tuo servizio: come usare questa figura

I servizi del concierge sono una risorsa preziosa per migliorare un soggiorno in hotel

Concierge in hotel di lusso
©iStockphoto

Quella del concierge è una delle figure più importanti in ambito turistico. Nell’accezione originaria, che è quella francese, il concierge riguarda il personale di accoglienza di alberghi specifici. Ovvero quelli di alto livello. In Italia con questo termine si indica solitamente quella persona che ha il compito di accogliere i turisti di qualsiasi albergo. E che deve non solo relazionarsi con l’ospite. Ma anche custodire, nel senso di controllare che non avvengano furti. La maggior parte delle persone non approfittano del concierge dell’hotel. Probabilmente perché non sanno tutto ciò che questi professionisti possono fare per rendere migliore il soggiorno. Hanno infatti anni di esperienza, tonnellate di conoscenze e una vasta rete di contatti utili. Ecco, dunque, i consigli utili su come sfruttare al meglio i servizi di un concierge.

LA FIGURA DEL CONCIERGE IN ALBERGO

Non esitare a chiedere
Il servizio offerto non è destinato solo ai grandi dirigenti con grandi spese. Ma è per tutti. Lo scopo è quello di riuscire ad aiutare ogni cliente dell’hotel. Non importa quanto piccola o grande sia la richiesta. Si va dalla sostituzione di spazzolini, pettini e rasoi ad indicazioni stradali. Dai consigli su ristoranti alle prenotazioni aeree. Dalle proposte sulle attrazioni al procurare biglietti. Dal chiamare un taxi a qualsiasi tipo di consulenza.

Nessuna richiesta è troppo grande
Il concierge fa molto di più. Offre il suo aiuto se si è perso il passaporto. Se si ha bisogno di organizzare una serata romantica o un evento aziendale. Se un ristorante è pieno o uno spettacolo esaurito grazie ai suoi contatti può trovare posto. Ovviamente devono essere richieste ragionevoli. Niente di illegale come distruggere un muro tra due suite. O procurare droga e prostitute.

Presentarsi dopo aver effettuato il check in
Dopo aver effettuato il check in alla reception dell’albergo dirigetevi dal concierge per presentarvi. Con un bel sorriso e una calorosa stretta di mano si ottiene ancora più cura nell’esaudire determinate richieste. Bisogna essere cordiali e mostrare apprezzamento durante tutto il soggiorno senza essere troppo esigenti. Come ogni essere umano, quando viene trattato bene, agisce di conseguenza.

COSA FA IL CONCIERGE

Prendere in considerazione una telefonata o una mail preventiva prima di arrivare
Quando già si sa che bisogna avere assistenza in albergo è meglio farlo sapere al concierge in anticipo. Informarlo preventivamente sulla data di arrivo, sull’itinerario e su quello di cui si ha bisogno. Cosi facendo può pianificare le mosse in anticipo ed offrire il miglior servizio appena varcate le porte dell’albergo.

Nel richiedere raccomandazioni bisogna essere specifici
E concentrarsi su quello che è di più gradimento. Non basta chiedere di indicare un bel posto da visitare o un buon ristorante dove mangiare. Meglio specificare i propri gusti sul cibo e sui luoghi di maggior interesse.

Non scordare la mancia
I servizi di concierge sono gratuiti e la mancia non è obbligatoria. Ma sicuramente apprezzata. Ecco, quindi, che in qualsiasi momento arriva l’aiuto si può ringraziare con una piccola cifra.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie ViaggiTag