Pubblicato il

Non solo Ferragnez, quanto si spende per un matrimonio?

I dati sul matrimonio all’italiana: budget medio e tipo di cerimonia

Ferragnez
iStock

Ferragnez su tutti i muri social, i giornali, gli spazi digitali. Ma accanto al royal wedding all’italiana esiste la normalità di tanti altri cittadini che per il giorno del sì non godono degli stessi schemi di marketing della coppia ‘reale’. A fotografare le spese degli italiani per il matrimonio è una ricerca di eBay. La ricerca, oltre a quantificare l’esborso medio per un’unione eterna, cerca anche di scoprire come se gli italiani credono nel matrimonio. E quanto.

LEGGI ANCHE: MILANO, L’EX ATTICO DI FEDEZ E CHIARA

Ferragnez e gli italiani: i matrimoni tricolore a confronto

Secondo la ricerca, il 35% dei millennial italiani continua a credere nel matrimonio. Quasi 7 milioni di giovani dichiarano di non essere più disposti a spendere cifre folli. 1.000-5.000 euro è il range di spesa che quasi un giovane su tre ritiene opportuno spendere per la cerimonia. Secondo il portale sono favoriti gli acquisti online. Su eBay.it nel 2017 è stato acquistato un articolo per matrimonio ogni 7 minuti. Il 72 % dei millennial intervistati conferma la tendenza, dichiarandosi propenso ad affidarsi allo shopping online per le proprie nozze.

LEGGI ANCHE: MATRIMONIO COSTOSO, DIVORZIO PIU’ PROBABILE

Matrimonio all’italiana: la ricerca

Dalla ricerca IPSOS commissionata da eBay.it questa primavera, è emerso che il 44% degli intervistati, pari a circa 12,9 milioni di italiani, continua a credere nel rito del matrimonio. Convinzione che interessa anche le generazioni più giovani. Il 35% degli intervistati fra i 16 e i 34 anni la ritiene ancora un’istituzione in cui credere. Si ha quindi ancora fiducia nel vincolo matrimoniale, ma non si avverte più come un tempo la necessità di spendere cifre importanti per l’organizzazione. La pensa così il 67% dei millennials intervistati. Secondo oltre 5 milioni di millennial decidere di fare il grande passo sarebbe più facile se ci fosse un modo per organizzare una bella cerimonia a costi contenuti.

E-commerce e rete fanno risparmiare

Ed ecco che per riuscire a rimanere nel budget prefissato, che per la maggior parte dei giovani resta fra i 1.000 e i 5.000 euro, emerge la propensione a ricorrere da un lato al Fai Da Te. Questo vale per alcuni aspetti allestitivi (46% dei millennial intervistati). E per gli acquisti online (72% dei millennial coinvolti comprerebbe online articoli destinati alle proprie nozze). Anche per le liste nozze la rete diviene un luogo di scelta interessante. Il 56% si dichiara disponibile a crearle personalizzate sul web. I consumi online dedicati a questo particolare settore salgono e la conferma arriva dai dati di vendita di eBay.it, che nel 2017 ha registrato complessivamente un acquisto relativo all’organizzazione del matrimonio ogni 7 minuti.

Le spese affrontate per categoria di mercato

Tra le sottocategorie merceologiche coinvolte, si ci può soffermare sulla sezione abbigliamento e accessori per matrimonio. La categoria registra un acquisto ogni 17 minuti e quella riguardante le decorazioni con 1 acquisto ogni 11 minuti. Fra gli articoli relativi all’abbigliamento e agli accessori per la cerimonia, in testa gli acquisti di accessori da sposa, in particolare gli articoli per l’acconciatura, come corone, tiare, e giarrettiere. Se invece consideriamo il periodo più caldo per questo genere di shopping, il mese fortunato è giugno; con il +89% rispetto alla media annuale di acquisto. Per quanto riguarda l’allestimento, e quindi le decorazioni e i dettagli di stile per il ricevimento, gli oggetti più acquistati sono stati inviti e partecipazioni, decorazioni d’ambiente, nastri e fiocchi, fragranze per matrimonio e fiori, petali e ghirlande.

Il periodo dell’anno dove si spende di più

Il mese di compere folli è aprile, con un +60% di vendite rispetto alla media annuale. Ma quale tipologia di cerimonia è quella preferita dai millennial italiani? In cima ai desideri resta la cerimonia classica e tradizionale, scelta dal 45% degli intervistati, seguita da quella all’insegna del Fai Da Te (33%) e da quella su una spiaggia in riva al mare (19%).

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag

Articoli correlati