Pubblicato il

Come prendersi cura della maranta

Come e perché scegliere la maranta, pianta estremamente decorativa

maranta
Viridea

La marantaMaranta leuconera – è una pianta da interni particolarmente ornamentale. Le sue ampie foglie infatti sono variegate da sfumature che virano dal bianco al rosa, con un effetto particolarmente decorativo. Inoltre, è una pianta di grande dimensione, che cresce in larghezza più che in altezza, creando un grazioso ‘cespuglio’ indoor. Naturalmente per chi ha poco spazio esistono anche esemplari di dimensioni ridotte. Curiosamente, rialza le foglie verso sera, per questo viene chiamata ‘pianta della preghiera‘. Ma come si coltiva? Di cosa ha bisogno? Ce lo suggerisce Viridea.

Consigli per coltivare la maranta

Ha origine tropicale, trova il suo habitat nelle foreste brasiliane. Pur vivendo bene in ambienti indoor, desidera la luce, e apprezza l’umidità e il calore. A tale proposito, non dovrebbe mai stare in un ambiente al di sotto dei 10°. L’umidità ambientale è molto importante, specialmente se nei mesi caldi si decide di esporla in balcone: vaporizzare acqua sul fogliame è un’accortezza necessaria. Le sue foglie sono particolarmente sensibili ai problemi generati dal deposito di polvere. Occorre quindi ripulire periodicamente il fogliame con un panno imbevuto di lucidante per piante verdi.

Ultimo aggiornamento il 24 Marzo 2019 23:41

Per ottenere il meglio occorre essere regolari con le irrigazioni, per conservare il substrato sempre leggermente umido. Naturalmente non deve essere fradicio, ed è meglio svuotare il sottovaso dopo mezz’ora dall’irrigazione se c’è ancora acqua stagnante. Dopo l’acquisto la pianta va rinvasata in un contenitore di una o due misure in più. Sul fondo occorre sistemare uno strato di biglie d’argilla espansa per favorire il drenaggio ed evitare ristagni idrici. La maranta non richiede potature, ma periodicamente è utile recidere alla base gli steli con foglie essiccate per favorire l’emissione di nuovi giovani steli. La crescita è piuttosto lenta, ma vive per anni e aumenta i suoi steli: è possibile suddividerli per ottenere nuovi esemplari, agendo con delicatezza sulle radici.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie CasaTag