Pubblicato il

Bonsai, la natura in miniatura da coltivare

Non un semplice hobby, ma un’arte. L’esperto spiega quali alberi scegliere e gli errori da evitare

bonsai

Coltivare un bonsai è più di un hobby, è una passione. Lo sa bene Antonio Biagio De Giuseppe che è istruttore nazionale di bonsai e racconta come questa arte permetta di avvicinarsi alla natura ed ai suoi cicli stagionali. Questi piccoli capolavori, alberi in miniatura che vengono mantenuti nani per tutta la vita, hanno in sé tutta la potenza delle stagioni.

“Pensiamo ad un bonsai di caducifoglia – spiega De Giuseppe – come cambia a secondo dei periodi: in inverno sarà spoglio e ammireremo la struttura, a primavera il risveglio con i nuovi germogli vivaci, in estate la folta vegetazione ed in autunno i colori delle foglie prima della loro caduta. Dobbiamo tenere presente che ci si occupa di un essere vivente, che risponde e dipende totalmente dalle nostre cure”.

bonsai

Coltivare un bonsai è dunque un impegno, in Giappone affidato principalmente agli anziani, mentre in Italia sono soprattutto giovani ad avvicinarsi a questo mondo. “Bisogna dedicare ogni giorno qualche minuto – raccomanda l’istruttore – per osservare i propri alberi. Per tenerli in salute bisogna irrigarli, proteggerli da fitopatologie e nutrirli. E poi è necessario eseguire tutte quelle tecniche che ci consentono di formare e mantenere nelle proporzioni volute il nostro bonsai, per farlo assomigliare quanto più possibile ad un grande albero vetusto. Queste tecniche a seconda della grandezza della pianta e della rifinitura raggiunta possono impegnarci per decine di minuti fino ad intere giornate, per ogni pianta, più volte l’anno”.

Ma da dove si comincia per creare il nostro piccolo albero? “I bonsai – risponde De Giuseppe – sono creati a partire da arbusti che vengono mantenuti nella loro dimensione attraverso le potature. Essendo alberi vanno tenuti all’esterno tutto l’anno. Fanno eccezione le piante tropicali che non sopportano il clima freddo. perciò alcune specie vanno protette dalla calura estiva”. Se coltiviamo le essenze più vicino a noi non avremo problemi di adattamento al clima: sono ottime le piante mediterranee per chi vive in climi miti (ulivi, mirti , lentischi ecc.)  che sopportano la calura estiva ma anche brevi gelate, mentre chi vive in zone molto fredde coltiverà piante adatte al freddo (faggi, larici ecc.).

Qual è l’errore più ricorrente di chi si avvicina al mondo bonsai? “Purtroppo – afferma l’esperto – i neofiti acquistano spesso piante tropicali o asiatiche perché sono quelle che si trovano più facilmente in commercio o anche piante che non possono definirsi bonsai. Quando guardiamo un bonsai, per essere di qualità, dovrà ricordarci un albero vero e proprio. Per gli acquisti è meglio rivolgersi a centri bonsai specializzati”. 

E i costi?Il costo dipende dalla qualità e in parte dalle dimensioni; è inutile spendere meno di cento euro, ma si può arrivare anche a migliaia di euro”. Infine i prodotti. “In commercio ne esistono vari – conclude De Giuseppe – che aiutano per la coltivazione ma ricordiamoci che il bonsai è comunque una pianta e quindi non necessariamente bisogna acquistare prodotti specifici. Gli attrezzi, invece, ci danno un grande aiuto per la formazione e la potatura, poi ci sono i fili di rame o alluminio che usiamo per educare rami e tronco, avvolgendo gli stessi per posizionarli nella forma voluta”.

Per sostenere il bonsai è infatti utilissimo il filo di alluminio anodizzato, come questo, facile da lavorare, indispensabile per mantenere la forma dell’albero e resistente alla corrosione. Disponibile in diverse misure e in due colori.

Ultimo aggiornamento il 15 Aprile 2020 6:38

Pratiche e robuste queste forbici da giardino sono progettate ergonomicamente per assorbire la pressione, così non dovranno farlo le mani. Il cuscinetto ammortizzante e i comodi manici tengono a bada crampi e fatica.

Ultimo aggiornamento il 15 Aprile 2020 6:38
 

L’annaffiatoio in acciaio dallo stile moderno è ottimo per l’irrigazione dei  bonsai. Ha l’impugnatura laterale, facile da utilizzare, e becco a punta extra lungo per garantire un buon controllo del flusso. 

Ultimo aggiornamento il 15 Aprile 2020 6:38
 

Per chi invece ama le piante da interno ed è alla ricerca di qualche indicazione, proponiamo di leggere questo articolo di approfondimento su Consigli.it

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie CasaTag