Pubblicato il

Le Donne del Vino: enologia tutta al femminile

Un’associazione che riunisce il mondo dell’imprenditoria femminile legata alla produzione vinicola

istockphotos

In pochi anni, le donne sono riuscite a conquistare un settore di mercato molto importante nella produzione italiana: quello del vino. L’imprenditoria femminile legata alla produzione vitivinicola è una realtà sempre più affermata. Esiste un’associazione in Italia che riunisce il mondo dell’enologia, in tutta la sua filiera produttiva, al femminile. Si chiama Le Donne del Vino, ed è un’Associazione Nazionale formatasi nel 1988 grazie all’intuizione della produttrice toscana Elisabetta Tognana. Conta 650 iscritte, donne che appartengono a tutte le categorie della filiera vitivinicola. Dal vigneto alla canina, dal mondo delle sommelier a quello della comunicazione.

Chi sono Le Donne del Vino

Un mondo che è stato ‘dominio’ maschile da sempre. Eppure, in modo quasi oscurato, ha sempre incluso le donne in quanto lavoratrici della filiera vinicola. Una forte presa di coscienza delle capacità imprenditoriali femminili è stata alla base della nascita dell’Associazione Le Donne del Vino. Sotto il suo cappello si riuniscono agronome, enotecarie, enologhe, sommelier, comunicatrici ed esperte di marketing del settore. Che rappresentano un importantissimo cambiamento nel mondo del lavoro in generale, e nell’ambiente enologico in particolare. Tanto che oggi, quando si parla di ‘vino al femminile’ lo si associa all’idea di un prodotto di qualità.

Donna tra le vigne

L’Associazione Le Donne del Vino si occupa di organizzare eventi, convegni, manifestazioni e partecipazioni di vario genere. Tutte mirate a diffondere la cultura del vino al femminile. Si suddivide in delegazioni regionali, e in ogni regione d’Italia raggruppa socie legate a tutte le fasi della produzione e distribuzione del vino. La presidente nazionale è Donatella Cinelli Colombini, discendente di una famiglia di produttori di Brunello di Montalcino, fondatrice del Progetto Prime Donne. Un progetto che raggruppa cantine esclusivamente ad organico femminile, produzione di vini selezionati da un panel di donne, corsi di giornalismo e fotografia enogastronomica.

Il gender gap nel mondo del vino

Nonostante i successi delle donne nel mondo dell’enologia, l’Associazione Nazionale Le Donne del Vino ha presentato un’indagine-sondaggio che ha coinvolto produttrici, giornaliste, ristoratrici e sommelier. Che trovate sul loro blog per intero. Dal questionario emerge che anche nel mondo dell’enologia femminile esiste una forte disparità di genere. Stipendi più bassi, discriminazioni legate al sesso, difficoltà a coniugare vita personale e lavoro.

Nonostante ciò, sono in costante aumento le donne che si dedicano all’enologia, e per celebrarle, il 4 marzo sarà la prima Festa delle Donne del Vino. Un evento diffuso in tutta Italia che si svolgerà in cantine, enoteche, ristoranti. Trovate tutte le info sul sito ufficiale dell’associazione o sul blog.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie PeopleTag