Pubblicato il

Yoga per la coppia: il training alla tenerezza

A San Valentino la complicità si riscopre regalandosi un percorso terapeutico che insegna a riprogrammare la relazione ed amare in modo consapevole

yoga per la coppia Ilaria Spada e Marc
Courtesy of©Alessandro Sigismondi

Yoga per la coppia. Questa potrebbe essere la carta vincente da giocarsi per sorprendere il partner a San Valentino, occasione in cui tutti sono soliti ricorrere a gioielli, inviti a cena, coccole in spa, fiori, cioccolatini per omaggiare la dolce metà. Spesso ci si lascia prendere dalle cose materiali dimenticando che ciò che realmente conta nella vita non si tocca con mano ma si sente con il cuore.

Yoga per la coppia: a scuola di tenerezza con Benedetta Spada

Fare il regalo giusto a volte diventa un dovere più che un piacere. In molti, infatti, sono dell’idea che quella degli innamorati sia solo una festa di stampo commerciale ma è possibile dare un senso a questo 14 febbraio mettendosi in gioco in maniera costruttiva. Come? Prendendo per mano il partner per vivere, insieme, un’esperienza vera e propria. Una lezione d’amore. Proprio così, come spiega Benedetta Spada, Yoga & Lifestyle teacher: “Volersi bene significa imparare a comunicare in modo amorevole”.

Lo yoga aiuta a riscoprire la complicità di coppia

Una lezione di yoga per la coppia è un modo efficace per accorciare le distanze, ritrovare la complicità persa e consolidare l’unione. Come funziona il corso? In primis vengono spiegate le tecniche utili a riconoscere gli automatismi distruttivi così da potenziare gli atti, i pensieri e le abitudini virtuose. Saranno poi eseguiti alcuni esercizi, posture e tecniche di rilassamento per preparare il corpo, ovvero per prendere confidenza con se stessi, passo fondamentale prima di entrare in relazione con l’altro.

Yoga per la coppia
Benedetta Spada, Yoga & Lifestyle teacher, e il marito Marc

Preparando il terreno si iniziano a riscrivere le proprie credenze. Come? Attraverso una ripetizione di affermazioni che, lungi dal sarcasmo e dal cinismo, diventano parole di stima che permettono di entrare in empatia con la dolce metà. Proprio così, bisognerebbe fermare corpo, mente e spirito mettendoli in relazione perché l’altro, in realtà, altro non è che un prolungamento di noi e, in quanto tale, va valorizzato e accudito. Solo così possiamo stare bene.

Alla ricerca del “noi”

La coppia riesce finalmente a ritrovare un’energia nuova per stare bene e farsi del bene. “Lo yoga diventa così un punto di forza per il ‘noi’, non c’è niente di egoico anzi, si imparano ad affrontare, in maniera sana, tanto i periodi più felici quanto i momenti più bui di conflitto e difficoltà” – rivela l’insegnante.

Il corpo, a fine pratica, risulterà più rilassato, la mente libera e leggera. Ecco che, quasi per magia, spariranno negatività e verranno a galla solo bei ricordi. I due partner potranno riscoprire dunque una nuova intimità e non si limiteranno a stare insieme perché daranno un significato al loro vivere in coppia. Solo in questi termini è possibile parlare di relazione sana.

Al termine del corso di yoga per la coppia viene rilasciato ai partecipanti un questionario e il programma generale sul quale lavorare a casa perché bisogna tenersi sempre in allenamento. Come ricorda Benedetta Spada: “Il sapere libera ma solamente l’amore guarisce”.

Esercizi per la coppia

Spesso ho riscontrato che le coppie tendono a riscoprire il contatto fisico con un abbraccio o un semplice e prendersi per mano. Non è un gesto banale ma una vera esperienza di scambio e ascolto. Solo così si impara ad ascoltare l’altro in modo diverso” – racconta l’insegnante.

Miglior benessere personale significa migliore empatia. Tutti possono lavorarci: “Sono solita dare un esercizio ai mie allievi, si chiama A-B-C ovvero abbracci, baci e carezze. Deve essere fatto, per ogni voce, almeno 8 volte al giorno. Il tempo? Niente scuse, quando si è innamorati si trova. A cosa serve? A riallenare cuore, mente, corpo a quest’abitudine che scioglie ogni tensione”.

Un altro esercizio invita a ricreare una frequenza con il partner. Se si è in casa, in stanze diverse, o in ufficio, perché non cercarsi mandandosi messaggini e facendo qualche chiamata? Quando ci si ritroverà fisicamente, verrà spontaneo abbracciarsi. “La meditazione dell’abbraccio è un rituale semplice come il tenersi la mano” – sostiene Benedetta.

Il noi della coppia viene prima di ogni cosa, anche prima dei figli” – spiega la Spada. Ebbene sì, solo quando la coppia risulta forte si crea un legame familiare solido ergo un modello sano di amore.

Non solo esercizi fisici ma anche di lettura

Perché allora non regalarsi un momento da vivere insieme? Non è indispensabile andare a lezione, basta anche leggere un libro tra i tanti testi guida che affrontano l’argomento come “Caro sono qui per te” di Thich Nhat Hanh, “Intelligenza emotiva per la coppia” di John Gottman, “Come amare ed essere amanti” e ancora “Auguri per un felice matrimonio” di Anselm Grün.

Il tutto permetterà di trovare la retta via da percorrere al fine di raggiungere l’obiettivo: fare insieme per il bene reciproco. Non c’è che dire, rafforzare giorno dopo giorno l’empatia, l’attenzione all’altro e ai suoi sentimenti, è un investimento. “Investiamo per avere la resa della nostra relazione“- conclude la Spada.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag