Pubblicato il

Carnet de Voyage, la storia del profumo in mostra

Il Museo di Palazzo Mocenigo permetterà di scoprire la tradizione profumiera veneziana…

carnet de voyage
Courtesy of©Guido Fuga

La primavera, indubbiamente, è una stagione che risveglia l’olfatto. Non è però necessario catapultarsi alla volta di qualche prato in fiore al fine di regalarsi una piacevole e memorabile esperienza multisensoriale. Esistono infatti veri e propri contenitori di magia che inebriano la mente e fanno battere il cuore. Dire Venezia non significa solo parlare di una realtà magica, patria del Carnevale e del romanticismo. Sono tante le sorprese che la città riserva: a darne prova è la mostra Carnet De Voyage, ideata da Marco Vidal (CEO di The Merchant of Venice) con il sostegno di Mavive SpA e la collaborazione della Fondazione dei Musei Civici di Venezia.

Storia di Venezia
Storia di Venezia
Prezzo: EUR 12,75
Stai risparmiando: EUR 2,25!


Dal 9 maggio al 13 ottobre, presso gli spazi del Museo di Palazzo Mocenigo, tutti potranno prendere parte a un vero e proprio viaggio olfattivo illustrato. Il focus? L’origine dei profumi ‘The Merchant of Venice’. Parliamo di un marchio di profumeria artistica nato nel 2013 e ispirato proprio alla città lagunare. Nonché ai suoi secolari commerci con l’Oriente.

Carnet De Voyage, tra fantasia e realtà

Una volta varcato l’ingresso di questa prestigiosa dimora gentilizia ci si potrà misurare con una dimensione decisamente suggestiva sospesa tra fantasia e realtà. A parlare più di mille parole saranno le opere esposte pronte a narrare, in chiave illustrativa e poetica, la millenaria tradizione profumiera di Venezia. E’ proprio qui che tutto ebbe inizio. Quando? Tra il XIII° e il XVI° secolo. I meriti vanno alle mude, carovane navali organizzate dallo Stato, grazie alle quali giunsero in città pregiate materie prime come incenso, ambra, muschio, zibetto etc. A cosa servivano? Venivano adoperate per la produzione di esclusivi unguenti profumati.

6,00€
disponibile
Ebay.it

The Merchant of Venice, alla scoperta delle origini

Non solo spettatori passivi. Basterà avere un pizzico di fantasia e tanta voglia di mettersi in gioco per intraprendere un vero e proprio viaggio immaginario. Come? Calandosi nei panni di un mercante veneziano. Ovvero un grande viaggiatore sempre pronto a misurarsi con nuove sfide e avventure.

In visita a Venezia? Ecco i migliori hotel della città

Grazie a un allestimento interattivo, caratterizzato da 12 postazioni equivalenti a 12 tappe, tutti avranno modo di regalarsi una memorabile esperienza sinestetica. Sarà così possibile conoscere da vicino le materie prime che caratterizzano le fragranze esposte. A contribuire a dare un’interpretazione contemporanea di una storia millenaria saranno inoltre i disegni ad acquerello e matita di Guido Fuga (collaboratore di Hugo Pratt). Così come le poesie di Joan Giacomin, unitamente ai diversi spunti sensoriali offerti dall’esposizione.

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie Tempo liberoTag