Pubblicato il

Dai pet agli umani, quali sono le potenziali malattie?

I nostri migliori amici potrebbero essere veicoli di malattie. Ecco le più comuni

zoonosi
istockphotos

L’influsso benefico che gli animali hanno sulle persone è conclamato. Gatti, cani, coniglietti, sono veri e propri compagni di vita, amici, esseri a cui ci si affeziona irrimediabilmente. A volte, oltre a fare compagnia, sono anche importanti sostegni, guide, punti di riferimento. Tuttavia alcuni di loro potrebbero essere veicoli di batteri trasmissibili agli umani, provocando  le zoonosi, malattie che gli animali possono passare alle persone. E, sebbene non siano così comuni e in molti casi nemmeno gravi (salvo per persone con sistema immunitario compromesso, o in condizioni particolari, come la gravidanza), può essere utile conoscerle.

Com’è facile da intuire il rischio è minimo rispetto agli animali domestici se adeguatamente vaccinati e tenuti in buone condizioni di igiene. Mentre è più complessa la questione con animali di allevamento, o selvatici. Come riporta il Ministero della Salute, le vie di trasmissione sono molteplici. Può accadere a causa del contatto diretto con un animale malato. Ma anche per via indiretta, tramite ingestione di alimenti contaminati, o il contatto con l’ambiente (acqua) infetto. O, ancora, attraverso vettori come zanzare, mosche, zecche, flebotomi.

20,22€
22,00
disponibile
3 nuovo da 18,25€
1 usato da 19,00€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 11 Agosto 2019 5:45

Zoonosi, quali sono le più comuni

Niente allarmismi: i dati riportati da Epicentro relativi al 2017 indicano che la più comune tra queste zoonosi è la campillobatteriosi, e in tutta l’Unione Europea se ne sono registrati 246 mila casi. Non un numero indifferente, ma nemmeno indicativo di ‘emergenze’, soprattutto considerando che la letalità è dello 0,04%. Questa malattia si trasmette all’essere umano tramite cibo contaminato, così come un’altra zoonosi piuttosto comune, la salmonellosi.

Dal punto di vista del contatto diretto una delle malattie più comuni è l’antrace. Si tratta di una malattia che il bestiame da allevamento può trasmettere se si lavorano pelo, pelle, lana. Attenzione anche ad accarezzare animali negli zoo o nei parchi. Gli animali selvatici (anche quelli domestici, ma assai raramente) possono essere veicoli di rabbia, che viene passata all’umano tramite la saliva. Questa malattia è molto grave, soprattutto perché quando si manifesta può essere già troppo tardi per intervenire, ma la prevenzione è facile. Basta non accarezzate animali selvatici o randagi, specialmente se vi sembrano ‘strani’ (schiuma alla bocca, difficoltà motorie, iperattività, aggressività).

Una malattia che i vostri pet potrebbero trasmettervi è la giardia. Si tratta di un parassita che provoca diarrea, nausea, dolori di stomaco. Si debella con semplici medicinali, e ha un decorso di circa 2 settimane. Si può venire infettati venendo in contatto con le feci di animali malati: tenete d’occhio la salute intestinale dei vostri animali. Per quanto riguarda in particolare i gatti ci sono due malattie che potrebbero passare da lui a voi: la toxoplasmosi (se si viene in contatto con feci e urine infette attraverso la bocca o delle ferite) e la bartonella, o malattia da graffio. Entrambe si curano facilmente, ma occorre fare particolare attenzione alle donne incinte e agli immunodepressi.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag