Pubblicato il

Dieta dello sportivo: cosa mangiare prima dell’allenamento

Professionisti o semplici amatori: al fine di avere la giusta dose di energia, a ogni tipo (e livello) di attività fisica corrisponde un piano alimentare specifico

dieta
Courtesy of©vuk8691/iStock

Fare sport fa bene alla salute e al fisico, è ormai risaputo. E’ però altrettanto importante seguire una dieta equilibrata al fine di avere l’energia necessaria per fare fronte allo sforzo e compensare il dispendio energetico.

Workout: la dieta dello sportivo

Naturalmente, non tutti gli sport richiedono lo stesso impegno fisico. Ergo, professionisti o semplici amatori, devono adattare la propria dieta in base alla durata e all’intensità dell’attività prescelta. Come riporta la rivista Cosmopolitan, ad esempio, chi deve prendere parte a una competizione agonistica, deve prestare attenzione a cosa mette nel piatto. Soprattutto nei tre giorni che precedono il grande evento.

Gli esperti in medicina dello sport affermano che la quota di carboidrati dovrebbe rappresentare i due terzi degli alimenti ingeriti durante il periodo di preparazione: questo agevolerà la performance dell’atleta.

Cosa mangiare nelle ore che precedono la sessione sportiva

In prossimità di una gara o di un allenamento, è necessario, prima di tutto, limitare il rischio di imbattersi in disturbi digestivi. A tale scopo, dovrà essere evitato un eccessivo consumo di alimenti nelle ore che precedono la pratica. È meglio prediligere cibi facilmente digeribili come quelli amidacei ovvero patate, riso, semola e pasta. Gli alimenti grassi, che rallentano le funzioni intestinali, invece, sarebbero da evitare. Inoltre, contrariamente a quanto spesso si crede, gli zuccheri semplici non favoriscono lo sportivo. Questo perché l’energia che si ottiene da essi ha una durata d’azione limitata e l’atleta può avvertire debolezza muscolare, soprattutto quando lo sforzo dura per più di 60 minuti.

Acqua per idratarsi

L’acqua, ça va sans dire, è essenziale per gli sportivi. Al fine di evitare stanchezza, crampi e lesioni, l’idratazione prima e durante l’attività fisica è di fondamentale importanza. L’acqua (naturale) andrebbe assunta un’ora prima dell’esercizio. Anche durante l’attività è fondamentale per lo sportivo mantenere un adeguato stato di idratazione. Come? Basta bere 15 cl di acqua ogni 15 minuti.

Può essere utile, in taluni casi e se l’impegno è di una certa intensità, arricchire l’acqua con dello zucchero. Così facendo si andrà a fornire all’organismo una costante quantità di energia da utilizzare. Attenzione però. Eccedere con le quantità di liquidi e arrivare a un’overdose di acqua, può portare a fare i conti con disturbi digestivi.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag