Pubblicato il

Hot dog fatto in casa, le regole d’oro

Dalla cottura del pane a quella della carne fino alla scelta delle salse: i consigli degli esperti per realizzare in casa il vero panino americano

hot dog
Courtesy of©svariophoto/iStock

In estate, complici le vacanze, si tendono a organizzare molti pranzi e cene in giardino o in terrazza in compagnia di amici e parenti. Se la voglia di mettersi ai fornelli non è alle stelle, esiste un rimedio semplice e gustoso per mettere d’accordo tutti, grandi e piccini: gli hot dog. La ricetta di questo tipico panino americano, generalmente farcito con wurstel e salse, è apparentemente molto facile da realizzare: attenzione però, l’errore è dietro l’angolo. Onde evitare di fare una brutta figura con i propri invitati, vale la pena dare uno sguardo ai consigli impartiti dal Business Insider che, consultando veri e propri professionisti della griglia, ha evidenziato quali sono i segreti per non combinare disastri.

Vuoi essere il re del barbecue? Ecco come realizzare spiedini perfetti

Hot dog, come realizzare un panino di successo

In primis è bene concentrarsi sulla scelta della materia prima. Meglio non lasciarsi tentare dalle offerte a ribasso del supermercato: sarebbe preferibile rivolgersi al proprio macellaio di fiducia. Ebbene sì, per un buon hot dog ci vuole della carne di qualità: puntare al risparmio non è una scelta saggia. Occhio anche alla cottura. Molto spesso i prodotti confezionati sono precotti ergo non è necessario bollirli prima di passarli alla griglia. Tuttavia la chef Candace Conley suggerisce di scaldarli sempre: come? Basta lasciare i wurstel, per circa 1-2 minuti, in una casseruola coperta di acqua calda ma a fuoco spento. Così facendo la carne raggiungerà la temperatura ideale senza che il sapore venga alterato.

Occhio alla cottura

Bisogna ricordarsi di preriscaldare sempre la griglia: “Se la griglia è troppo fredda, la carne si asciugherà o diventerà dura” – ha aggiunto lo chef americano Tim Hollingsworth. Mai perderli di vista: i wurstel, se cotti a fiamma viva, si possono bruciare: “Per evitare spiacevoli sorprese, è preferibile cuocerli lentamente su fuoco indiretto e girarli frequentemente in modo che ogni lato venga cotto a puntino” – ha detto Claudia Sidoti, chef presso HelloFresh.

Il pane? Meglio se tostato

Spesso si realizzano dei forellini sugli hot dog per verificarne la cottura. In realtà non è una buona abitudine. “Dato che gli hot dog sono di solito precotti, non è necessario forarli. Così facendo si rischia di renderli meno succosi” – ha rivelato la Sidoti.

 Oltre a concentrarsi sulla carne, bisognerebbe prestare attenzione anche al pane. “Il pane dovrebbe essere tostato delicatamente lasciandolo sulla griglia per circa un minuto per ogni lato” – ha precisato la Sidoti. Per aggiungere sapore, basta poi aggiungere all’interno un po’ di burro o dell’olio aromatizzato. Ma non solo.

Barbecue elettrico, grigliate per tutte le stagioni

Salse, via libera alla sperimentazione

Una volta che gli hot dog sono pronti, bisogna impreziosirli con delle salse. Senape o ketchup sono un grande classico ma, quando si parla di cibo, non bisogna aver paura di sperimentare. Al fine di ottenere un perfetto equilibrio di sapori, almeno uno dei condimenti dovrebbe avere una base acida necessaria al fine di bilanciare l’alto contenuto di grassi presenti nell’hot dog. Via libera alla fantasia, provate dunque a giocare con sapori e combinazioni diverse.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag